Verso Napoli-Inter | Orario partita e probabile 11 di Conte

0
3

Le ultime news Inter mettono in evidenza l’orario della sfida di Coppa Italia contro il Napoli e la probabile formazione di Antonio Conte

conte juventus inter
Antonio Conte (Getty Images)

Antonio Conte sembra orientato a lanciare il 3-4-1-2 sabato contro il Napoli nel ritorno della semifinale di Coppa Italia e dopo tre mesi di stop forzato causa emergenza coronavirus. Con questo modulo il tecnico nerazzurro metterebbe finalmente Eriksen nel suo ruolo naturale, ovvero da trequartista alle spalle delle due punte che saranno certamente Lukaku e Lautaro Martinez. Conte pare aver recuperato Vecino, anche se l’uruguagio è destinato a partire dalla panchina come Sensi e Sanchez. Brozovic e Barella saranno i due mediani, con Young e Candreva sulle fasce.

LEGGI ANCHE >>> Inter, ‘caso’ Dal Pino | Zhang patteggia, Marotta in tribunale

Napoli-Inter, dubbi in difesa per Conte: ecco l’orario del match del ‘San Paolo’

In difesa i dubbi maggiori dell’allenatore interista: Ranocchia o de Vrij al centro, a destra Skriniar favorito sull’acciaccato Godin, con lo slovacco che potrebbe anche essere dirottato a destra qualora non riuscisse a recuperare Bastoni. In tal caso a destra agirebbe D’Ambrosio. CLICCA QUI per le altre news sull’Inter.

La probabile Inter anti-Napoli – (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Candreva, Barella, Brozovic, Young; Eriksen; Lautaro, Lukaku

Al ‘San Paolo’ il calcio d’inizio sarà alle 21, oggi la Lega ufficializzerà l’orario che sarà identico a quello dell’altra semifinale, Juventus-Milan di scena venerdì 12. Nei due match non saranno previsti i supplementari, per cui in caso di parità (l’Inter parte dallo 0-1 del ‘Meazza’) si andrà direttamente ai calci di rigore. La finale è prevista mercoledì 17.

inter napoli pagelle tabellino
Inter-Napoli 0-1 all’andata (Getty Images)

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:
Clausola per Lautaro, c’entrano Icardi e non solo | Le ultime di InterLive

Calciomercato Inter, Nainggolan addio | C’è il piano della Fiorentina