Palermo: “Lautaro è forte, potente, ha un ottimo gioco aereo. E’ molto completo”

0
19

L’ex attaccante del Boca Juniors Martin Palermo ha voluto dare il suo parere su Lautaro Martinez. Inoltre ha confermato nuovamente che per il Barcellona sarebbe un giocatore ideale sia per Messi che per Suarez

Lautaro Martinez (Getty Images)

INTER PALERMO SU MARTINEZ/ Il miglior marcatore di tutti i tempi del Boca Juniors Martin Palermo, è stato intervistato da ‘Il Mundo Deportivo’ per avere un parere, come sta succedendo da tempo, su Lautaro Martinez e sul suo possibile arrivo al Barcellona. Queste le sue prime dichiarazioni: “Nel momento in cui Suarez si è infortunato, quest’anno, la squadra aveva bisogno di un giocatore con quelle caratteristiche. Lautaro sarebbe ideale per il Barça e per Messi“. Gli hanno domandato se Suarez e Lautaro potrebbero coesistere e lui ha spiegato: “Lautaro ha bisogno di spazio e Suarez ha presenza in area. Uno farebbe il bene dell’altro. Sì, potrebbero funzionare senza problemi”. L’ex calciatore, ha poi voluto dare ulteriori spiegazioni e ha detto: “E’ sempre ben posizionato, è forte, potente. Sa mettere bene il corpo. Ha anche un ottimo gioco aereo. E’ molto completo. Al Racing mostrava cose interessanti, ma con il salto in Italia si è trasformato definitivamente in un gran giocatore. Per questo molte grandi d‘Europa si sono interessate a lui. Lo vedo molto maturo per l’età che ha. E’ sempre stato cosciente delle sue potenzialità e di quello che sta facendo. Per questo cresce giorno dopo giorno”. Per tutte le altre news sul calciomercato dei nerazzurri CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE >>> Inter, super scambio in Premier | Il bomber che ‘manda via’ Lautaro

LEGGI ANCHE >>> Scambio per Kumbulla: il Verona vuole Agoume

Infine ha voluto mettere a confronto l’attaccante argentino con Haland e ha sentenziato: “C’è differenza fisicamente, ma entrambi sanno fare tante cose. Il sinistro è il piede preferito di entrambi, sono forti, potenti. Lautaro gioca di più fuori dall’area. Sono giovani, hanno grande potenziale ma entrambi devono ancora imparare”.