Lukaku segna 300 gol e fa pure assist | Inter capolista nel segno del belga

0
445

inter: contro la Lazio prova convincente di Romelu Lukaku che regala il primato in campionato ai nerazzurri aspettando il derby. I dettagli

Inter
Abbraccio tra Lukaku e Conte (Getty Images)

Due gol e un assist contro la Lazio per Romelu Lukaku che hanno regalato all’Inter di Antonio Conte una vittoria convincente (3-1) e soprattutto il primo posto in campionato davanti al Milan (aspettando il derby di domenica prossima). Tornando a Lukaku, però, non c’è un solo motivo per cui oggi il belga non debba essere considerato uno degli attaccanti più forti al mondo. Il numero 9, tanto voluto da Conte al suo approdo sulla panchina nerazzurra, è attualmente un attaccante totale: Segna (ha raggiunto Cristiano Ronaldo in cima alla classifica dei marcatori di Serie A), si sacrifica per la squadra, serve i compagni e corre tantissimo. Per tutte le altre news CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, arriva Mourinho | Beffa per Conte

LEGGI ANCHE>>> Inter: Brozovic una certezza, Eriksen e Perisic in crescita | La chiave scudetto è nel collettivo

I 300 gol messi a segno tra club e nazionale a soli 27 anni, poi, dovrebbero parlare da soli. Ma probabilmente a qualcuno non bastano. Perché l’Inter è ”Lukaku-dipendente” – come se Juventus e Milan non si appoggiassero a CR7 e Ibrahimovic – , perché ”non segna alle grandi” – rossoneri, Lazio e Napoli cosa sono? -. Ma la verità è solo una: Romelu Lukaku è veramente forte e dopo oltre 50 gol in meno di due anni con la maglia della ‘Beneamata’ i pregiudizi dovrebbero lasciare spazio ai tanti risultati in mezzo al campo. Dovrebbero ma non lo fanno, appunto.

Inter
Lukaku e Lautaro (Getty Images)