Inter, Conte: “Risultato straordinario, critiche eccessive. Futuro e Agnelli, la verità”

0
1343

Inter: il tecnico nerazzurro Antonio Conte ha parlato a seguito del trionfo dell oscudetto di vari argomenti tra cui il futuro e Agnelli

Inter
Antonio Conte ai microfoni di 90° minuto

Antonio Conte, ai microfoni di 90° minuto, ha espresso tutta la sua soddisfazione per il 19° scudetto conquistato dall’Inter e del quale il tecnico leccese è stato l’artefice principale spezzando il dominio della Juventus durato nove anni. Le sue parole:

“Se stanotte dormirò? Sicuramente saremo più rilassati. Andremo a dormire molto contenti, felici di quello che siamo riusciti a fare. Siamo contenti anche per i tifosi. Il momento chiave è stato nella settimana dell’uscita dalla Champions, siamo stati bravi a compattarci e a usare le critiche, a mio parere eccessive, per diventare più forti. Futuro all’Inter? Penso che in questo momento è giusto goderci questo scudetto, non faremo l’errore di andare dietro a riunioni su riunioni e a liti tra allenatori e società, adesso niente e nessuno cercherà di rubarci questa gioia che noi voglio condividere coi nostri tifosi“.

LEGGI ANCHE>>> Inter, altro che preparazione | Conte concede un (meritato) riposo ai suoi giocatori

“Giocatore più decisivo? Sarebbe sicuramente inopportuno fare il nome di un singolo, anche perché nella mia idea di calcio si vince di squadra, con la disponibilità che questi calciatori hanno dimostrato in questi due anni. Loro si sono fidati di me ciecamente e della strada che avevo indicato. Quale lo step successivo per competere a livello europeo? Mi piacerebbe tanto rispondere, bisogna andare coi piedi di piombo su tutte le situazioni. Ora godiamoci lo step di quest’anno che ci ha permesso di vincere il campionato. Poi penseremo al dopo”. Per tutte le altre news CLICCA QUI.

Inter, Conte ‘dribbla’ su Agnelli e spiega: “Grandi meriti di Lele Oriali”

Inter
Antonio Conte (Getty Images)

“Cambio strategia tattica? Abbiamo alternato diverse fasi nelle partite, questa è una squadra che si è completata sotto tutti i punti di vista. Penso che una squadra debba essere capace di interpretare la partita, capire i momenti e agire di conseguenza. Non si può sempre andare in avanti. Se il 15 maggio, in Juve-Inter, stringerò la mano ad Agnelli? È sempre bello giocare allo Juventus Stadium, ora ci sto andando da avversario”.

LEGGI ANCHE>>> L’INTER E’ CAMPIONE D’ITALIA!

“Sarà una partita importante come queste ultime quattro che rimangono, credo che sia stato fatto qualcosa di incredibile vincendo uno scudetto con quattro giornate di anticipo. Scudetto a chi lo dedico? Alle persone che mi sono vicine e che mi vivono fuori dal campo, da mia moglie ai miei fratelli. Ringrazio molto Lele Oriali, mi ha aiutato tantissimo ed è quella che ha influito maggiormente in questi due anni“.