Milan-Inter, rossoneri vittima preferita di Dzeko: i numeri del Derby

0
27

Milan-Inter si avvicina, domenica sera alle 20:45 la stracittadina numero 87 in Serie A in casa dei rossoneri

Inzaghi
Simone Inzaghi ©LaPresse

Milano si prepara ad una sfida di alta classifica, un derby affascinante che mette difronte la prima della classe contro la terza forza del campionato. L’Inter di Simone Inzaghi cerca la terza vittoria consecutiva in Serie A per ridurre il divario di punti in graduatoria. Gli ingredienti per un grande match ci sono.

LEGGI ANCHE >>> Ufficiale Inter, Barella rinnova fino al 2026

Milan che dovrà fare a meno di Theo Hernandez squalificato, nerazzurri al completo per la sfida di domenica sera. I rossoneri, reduci dal successo all’Olimpico contro la Roma di Josè Mourinho (1-2), guidano la classifica con 31 punti in condominio con il Napoli. L’Inter, vittoriosa in casa contro l’Udinese (2-0), è a sette lunghezze dai “cugini”. Gara che ha una posta in palio altissima, nonostante siamo ancora al mese di Novembre. La squadra Stefano Pioli ha segnato 25 gol e subiti 10, i ragazzi di mister Inzaghi, invece, vantano 28 gol all’attivo e 12 incassati.

Milan-Inter, i nerazzurri cercano il poker “in casa” del Diavolo

calhanoglu ©LaPresse

Milan-Inter di domenica sera sarà la sfida numero 87 in campionato “in casa” dei rossoneri. Il bilancio vede la Beneamata avanti nel computo delle vittorie: 34 contro i 28 dei rossoneri. Il segno “X” è uscito in 25 occasioni. L’Inter ha vinto gli ultimi 3 Derby in casa del Diavolo, i ragazzi di Simone Inzaghi cercano il poker e la terza vittoria consecutiva in questo campionato.

Il Derby sarà una partita particolare per l’ex di turno Hakan Calhanoglu. Il centrocampista turco, arrivato in estate a parametro zero proprio dal Milan, era arrivato in rossonero nell’estate 2017 pagato ben 23 milioni circa ed in 172 presenze complessive, ha segnato 32 volte e fornito 48 assist. Edin Dzeko, invece, ha realizzato 5 gol contro la squadra di Pioli, di cui 4 al Meazza. Segue Correa con 4 gol rifilati ai rossoneri, di cui due doppiette con la maglia della LazioLautaro, invece, fermo a quota 3 gol contro il Milan.