Supercoppa Inter-Juventus, Inzaghi: “Le finali non hanno delle favorite, avanti per la nostra strada”

0
60

Le dichiarazioni del tecnico dell’Inter Simone Inzaghi alla vigilia della sfida con la Juventus in cui ci sarà in palio la Supercoppa italiana

Archiviata la vittoria contro la Lazio, la prima del 2022 e l’ottava consecutiva in campionato, in casa Inter c’è ora grande attesa per il big match contro la Juventus di domani sera in cui ci sarà in palio la Supercoppa italiana.

Bologna-Inter, le parole di Inzaghi in conferenza
Simone Inzaghi in conferenza

Queste le parole in conferenza stampa del tecnico Simone Inzaghi, alla vigilia del derby d’Italia, in diretta dal Suning Training Centre di Appiano Gentile:

ZHANG – “Il presidente mi è stato vicino anche se non fisicamente negli scorsi mesi, adesso è tornato a Milano ed ha assistito all’ultima di campionato. Speriamo di fare una bella partita per lui e per tutti i tifosi”

JUVENTUS – “Affrontiamo una finale. Sia da giocatore che da allenatore non ho mai visto delle favorite. La Juve ha ribaltato una partita complicatissima in rimonta all’Olimpico di Roma, qualcosa di straordinario. Ha giocatori di grande esperienza ed è abituata a giocare partite simili ma noi siamo in un ottimo momento, ce la giocheremo al massimo. Saranno fondamentali gli episodi sul campo”

COME VINCERE – “Le finali possono essere decise dal singolo episodio. Dobbiamo fare in modo di giocare una partita di grinta, determinazione, aggressività e corsa. Sappiamo che avremo delle difficoltà ma dovremo essere bravi ad uscirne”

INTER FAVORITA – “Non abbiamo timore di quel che si dice in giro sull’essere favoriti per la vittoria finale del campionato. È un dato di fatto, siamo primi in classifica e questo deve essere uno stimolo. Andremo avanti per la nostra strada”

ASSENZE – “La Juventus è una squadra ricca di talenti, Allegri saprà sostituire gli assenti nel migliore dei modi. Domani rientreranno Bonucci e Chielliini, saranno competitivi. Non conosco Chiesa di persona ma colgo l’occasione per fargli un grosso in bocca al lupo. È un grande calciatore ed un patrimonio del calcio italiano”

PRECEDENTE – “Pensavamo di averla vinta contro la Juve ma ci fu l’episodio del rigore, una partita nel complesso tesa e sottotono. Sono passati due mesi e mezzo abbondanti da allora, entrambe le squadre sono cresciute”

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, rottura e doppio rifiuto: aspetta l’Inter (o il Milan)

LEGGI ANCHE >>> Perché Brozovic rinnova il contratto con l’Inter

Inzaghi: “Attaccanti in buone condizioni, il record personale è motivo d’orgoglio”

Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter © LaPresse

GRUPPO – “Ho avuto sin dal primo giorno una grandissima disponibilità da parte dell’intero gruppo, senza dimenticare l’accoglienza di società e tifosi. Mi sono stati d’aiuto Handanovic e Kolarov per l’integrazione, ho avuto il piacere di giocare con entrambi”

MOTIVAZIONE – “Non importa la partita di campionato, è passato. Giocare questa finale davanti ai tifosi ci darà la motivazione giusta per provare a vincerla”

ATTACCANTI – “Oggi abbiamo un allenamento, gli attaccanti sono tutti in buone condizioni. Di volta in volta scelgo la coppia più funzionale, averli tutti e quattro a disposizione è una grandissima risorsa”

RECORD – “Ho vinto con la Lazio le ultime due finali di Supercoppa, è andata decisamente bene partendo da sfavoriti. Motivo d’orgoglio, ma contro la Juventus ho anche perso. Sarà l’ennesima bella partita, nella magica cornice di San Siro”

Termina qui la diretta testuale della conferenza stampa.