Marotta ingordo: doppio ‘scippo’ alla Juve | “Telefonata all’agente”

0
5046

Non solo Paulo Dybala, Beppe Marotta avrebbe messo nel mirino anche un altro big della Juventus con il contratto in scadenza a giugno

Dybala e non solo. Stando alle ultime indiscrezioni di calciomercato Beppe Marotta ha il mirino puntato anche su un altro big della Juventus in scadenza di contratto il prossimo giugno.

Marotta e Nedved ©LaPresse

L’Ad dell’Inter potrebbe quindi ‘beffare’ la Juve due volte: per Dybala e per Juan Cuadrado. Stando a Luca Momblano, giornalista di ‘Telelombardia’ vicino all’ambiente bianconero, Marotta ragiona sull’ingaggio a zero dell’esterno colombiano, sondando già il terreno con l’agente.

So per certo che Marotta si è fatto vivo con Alessandro Lucci (agente in eccellenti rapporti coi nerazzurri, ndr) – le parole di Momblano nella diretta Twitch di ‘Juventibus’ – Qual è stata la risposta? Che Cuadrado al momento sta bene a Torino e parlerà con la Juve. Ma mentre su quello di Dybala sembra una spettacolarizzazione di un problema che ci siamo creati, quella su Cuadrado è una notizia. Pur avendo un accordo di massima, anche per il prolungamento del colombiano la Juve vorrebbe sedersi a febbraio/marzo – ha aggiunto Momblano – In quel periodo le percezioni saranno migliori e avranno sicuramente i conti più chiari”.

LEGGI ANCHE >>> Probabili formazioni Inter-Empoli: Inzaghi rilancia Correa

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, affare definito | Oggi le visite mediche

Calciomercato Inter, Marotta sonda il terreno per Cuadrado: il colombiano dà priorità alla Juventus

Juan Cuadrado ©LaPresse

La priorità di Cuadrado, 34 anni il prossimo maggio, è quella di restare alla Juventus prolungando quindi il contratto. La stessa di Dybala: “Aspettiamo la società, che sa quello che vogliamo. Siamo contenti qui e aspettiamo cosa accadrà“, ha detto proprio l’esterno bianconero dopo la vittoria in Coppa Italia contro la Sampdoria.

Il classe ’88 ha giocato con la fascia di capitano al braccio sbloccando la gara, vinta 4-1 dalla formazione di Allegri, con un gol su punizione.