Inter, Gosens fissa l’obiettivo per il futuro: ad Anfield al top

0
122

Robin Gosens scalda i motori e mette nel mirino il match di Anfield, in programma il prossimo marzo

Programma di recupero iniziato per quanto riguarda l’infortunio di Robin Gosens. L’esterno tedesco è da poco diventato un nuovo giocatore dell’Inter e non pensa ad altro che non sia il suo rientro in campo con la nuova maglia.

Inter, Gosens fissa l'obiettivo per il futuro: ad Anfield al 100%
Infortunio Robin Gosens ©LaPresse

In foto Robin Gosens, neo acquisto dell’Inter, appena prelevato dall’Atalanta, dove ha trascorso gli ultimi quattro anni e mezzo.

Robin Gosens, ancora out per una lesione di terzo grado rimediata al bicipite femorale della coscia destra lo scorso 29 settembre in Champions League -contro lo Young Boys– non ha altro nella sua testa che non sia il rientro in campo. L’Inter conta e spera di riaverlo disponibile quanto prima, d’altra parte, è stato proprio il tedesco a fissare l’obiettivo per il suo rientro in campo. Il classe 1994 si augura di poter essere a disposizione di Inzaghi per il match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League, in programma ad Anfield contro il Liverpool il prossimo 8 marzo, ma visto la ricaduta già avuta nei mesi scorsi, lo staff dei nerazzurri non se la sente di forzare particolarmente le cose.

Calciomercato Inter, quale futuro per Perisic ora?

Calciomercato Inter, quale futuro per Perisic ora?
Ivan Perisic ©LaPresse

Con l’arrivo di Robin Gosens, una delle domande più gettonate riguarda proprio quale sarà futuro di Ivan Perisic. L’Inter era già da tempo a caccia di un suo vice, ma ora, il recente ingaggio di Gosens potrebbe spingerlo lontano da Milano. La sua permanenza all’Inter è tutt’altro che scontata, anche se non è ancora detta l’ultima parola. Il croato chiede una cifra che si aggira intorno ai 6 milioni di euro per i prossimi tre anni, ma la dirigenza interista non è disposta ad accontentarlo ed è pronta ad offrirne soltanto 3 per i prossimi due anni. C’è ancora parecchia distanza e proprio per questo occorrerà un dietrofront da parte del classe 1989, altrimenti le due parti saranno pronte a dirsi addio definitivamente.