Lautaro e Dzeko si sbloccano e l’Inter torna a vincere: ‘manita’ alla Salernitana e primo posto

0
170

Serie A, 28esima giornata: cronaca, tabellino, top e flop di Inter-Salernitana

Gol e vittoria, l’Inter ritrova entrambe in casa contro la Salernitana ultima in classifica. Cinque a zero schiacciante e tre punti che riproiettano i nerazzurri in vetta alla classifica, in attesa di Napoli-Milan.

Pagelle e tabellino Inter-Salernitana
L’abbraccio tra Lautaro e Inzaghi ©LaPresse

I protagonisti della grande serata nerazzurra sono gli attaccanti: in primis Lautaro, che spegne le critiche firmando una tripletta. L’argentino era a secco da oltre due mesi, coglie subito la traversa facendo temere un’altra giornata no, poi ecco due assist al bacio di Barella – ritrovatosi pure lui – che sfrutta con rabbia mettendo in discesa la gara. All’inizio del secondo tempo il classe ’97 sigla pure il tris anticipando Dragusin su assist di Dzeko. Che poco dopo si iscrive alla giostra del gol realizzando una doppietta: la prima rete la trova servito da Gosens, al primo assist in maglia nerazzurra. L’Inter scaccia così la crisi con una prova di carattere che ridà autostima e si riprende il comando della Serie A, ora la trasferta di Liverpool dove servirà un’impresa che oggi appare impossibile.

Pagelle e tabellino Inter-Salernitana

TOP

Lautaro – Si sblocca dopo due mesi e mezzo proprio contro la squadra a cui, a dicembre, aveva segnato l’ultimo gol. Tripletta e una traversa, più tanto lavoro per la squadra. In poche parole: serata e partita perfetta. Inzaghi e l’Inter sperano sia la prima di tante in questo importante finale di stagione.

Barella –  Spompato solo tre giorni fa, stasera indemoniato. Corsa, testa, grinta e qualità con i due assist uno più bello dell’altro per Lautaro. C’è anche nell’azione, vedi il passaggio a Gosens, nel poker firmato da Dzeko.

Calhanoglu – Nel primo tempo è padrone del centrocampo e confeziona una serie di giocate di alto livello. Come Barella, rinato in tre giorni. E non doveva nemmeno giocare…

Darmian – Sostituire uno come Perisic porta senz’altro un enorme carico di responsabilità, ma lui ci ha abituato a farsi scivolare tutto. Prova concreta, intensa, da giocatore serio.

Dzeko – Si è interrotta anche la sua astinenza. Un diesel, alza il livello nella ripresa prima servendo l’assist a Lautaro con una giocata non banale e poi realizzando una doppietta. Sono sedici i gol in stagione, mica male per un quasi 36enne dato per finito.

FLOP (Nessuno)

TABELLINO

INTER-SALERNITANA 5-0
22′, 39′ e 55′ Lautaro, 64′ e 69′ Dzeko

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij (61′ Ranocchia), Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic (71′ Gagliardini), Calhanoglu (61′ Vidal), Darmian (61′ Gosens); Lautaro, Dzeko (74′ Correa). All.: S.Inzaghi

SALERNITANA (4-4-2): Sepe; Mazzocchi (70′ Obi), Dragusin, Fazio, Ranieri; Kastanos (82′ Ruggeri), Coulibaly, Ederson (70′ Radovanovic), Verdi (59′ Perotti); Mousset (59′ Zortea), Djuric. All.: Nicola

ARBITRO: Marinelli di Tivoli
VAR: Chiffi
AMMONITI: Darmian, Mousset, de Vrij
NOTE: 1′ recupero;