Rabbia Inzaghi: strigliata ai giocatori ad Appiano

0
71

Inzaghi alza la voce ai suoi e lo fa ad Appiano Gentile. Presente l’intera dirigenza a fine allenamento

Il calo improvviso avvertito dall’Inter in quest’ultimo periodo è sotto gli occhi di tutti e arrivati a questo punto, non ci sono più scusanti per la squadra di Simone Inzaghi. Non a caso, il primo a farsi sentire è stato lo stesso tecnico piacentino.

Inter, Inzaghi non ci sta e striglia i suoi ad Appiano: Vidal ai ferri corti
Simone Inzaghi ©LaPresse

Spuntano nuovamente i primi malumori in casa Inter. I nerazzurri, reduci dall’ottima prestazione offerta ad ‘Anfield’, non sono stati affatto in grado di confermarsi su quei livelli neanche la scorsa domenica nel match contro il Torino. Ciò che preoccupa maggiormente però, non è il risultato in sè, quanto la pessima gara disputata dai ragazzi di Simone Inzaghi. Non a caso, il primo ad essere stato insoddisfatto dell’attegiamento apportato dai suoi, è stato lo stesso tecnico piacentino. L’ex allenatore della Lazio, pur di dare una scossa all’ambiente, è infatti intervenuto al termine della seduta d’allenamento e si è lasciato andare in un pesante discorso di fronte a tutta la società. Ad essere stati messi in discussione sono stati chiaramente i giocatori e a finire nel mirino in particolar modo è stato proprio Arturo Vidal.

Inter, caso Vidal: Inzaghi e la dirigenza valutano, ma l’atteggiamento del cileno non ha convinto

Inter, caso Vidal: Inzaghi e la dirigenza valutano, ma l'atteggiamento del cileno non ha convinto
Arturo Vidal ©LaPresse

A far particolarmente rumore negli ultimi giorni, sono state proprio le dichiarazioni rilasciate da Arturo Vidal. Il cileno infatti -oltre ad aver rivolto vere e proprie parole d’affetto nei confronti del Flamengo– avrebbe anche riservato parole scomode ai microfoni nei confronti di Simone Inzaghi. La questione è chiaramente legata allo scarso minutaggio che il tecnico piacentino gli ha riservato sin qui e -stando a quanto dichiarato dal cileno stesso- quel sospetto look è stato messo in atto proprio per farsi notare di più dall’ex tecnico della Lazio. Pur non essendo stato presente alla strigliata riservata dal mister a tutta la squadra (causa febbre ma con seguito tampone negativo) sono in arrivo pesanti sanzioni nei confronti del classe 1987 da parte dell’intera società.