Lo sgambetto più bello alla Juve: come giocherebbe l’Inter con Dybala

0
117

Non è bastato il summit di questa mattina: il matrimonio tra Paulo Dybala e la Juventus terminerà alla fine di questa stagione. Inter alla finestra: ecco come potrebbe giocare 

Cala il sipario sulla lunga avventura di Paulo Dybala alla Juventus. Il club bianconero e l’entourage dell’attaccante argentino non hanno trovato l’intesa per rinnovare il contratto in scadenza a giugno 2022. Fumata nera che quindi porterà la ‘Joya’ a scegliere prossimamente una nuova destinazione.

Paulo Dybala ©LaPresse

A tal proposito l’Inter, da mesi è vigile sulla situazione, e con Marotta in prima linea potrebbe essere pronta a dialogare con il giocatore. Sarebbe un colpo pesantissimo a parametro zero, non solo perchè va a potenziare direttamente l’attacco, ma anche perchè al contempo arriverebbe da una diretta rivale depotenziata.

Non solo l’Inter tra le papabili destinazioni dell’argentino che piace anche all’estero, ma che in particolare ha in Beppe Marotta un suo grandissimo estimatore. Proprio questa componente, in un eventuale affondo potrebbe giocare il suo peso, fermo restando comunque le difficoltà generali che comporterebbe un affare del genere.

Dybala-Juventus è finita, c’è l’ombra dell’Inter: come giocherebbe Inzaghi con l’argentino?

Dybala © LaPresse

Andiamo però ad analizzare l’Inter nel caso in cui Paulo Dybala dovesse davvero vestirsi di nerazzurro la prossima estate. Nello scacchiere tattico di Simone Inzaghi l’argentino potrebbe assumere tranquillamente i contorni della seconda punta, essendo abituato a muoversi maggiormente nelle zone centrali del campo, ragionando principalmente da numero 10 puro.

Combinazioni col centravanti di turno, assist per gli inserimenti dei compagni, capacità balistiche dalla distanza oltre che su punizione ed una grossa capacità anche di avviare l’azione da lontano: sono queste alcune delle componenti principali che farebbero di Dybala una seconda punta perfetta per il 3-5-2 di Simone Inzaghi, senza considerare, nei casi in cui servirebbe una squadra più offensiva, la sua capacità di giocare anche da trequartista puro, alle spalle di una coppia d’attacco. Anche storicamente il tecnico ex Lazio ha spesso giocato in carriera con un nove di stampo classico più fisico, ed una seconda punta dalle qualità principalmente da rifinitore come Dybala, e quindi diverso nelle caratteristiche e nei movimenti in campo dallo stesso Lautaro Martinez. Così facendo si potrebbe replicare qualcosa di già visto a Roma con Correa e Immobile a far coppia.

Nessun problema di collocazione quindi a livello tattico per Dybala, che abbandonerebbe anche il ruolo da ala nel tridente che gli sta fin troppo stretto e che per necessità ha ricoperto in diverse circostanze alla Juventus. Le qualità tecniche e le capacità di dialogo dell’argentino gli consentono anche di giocare in sinergia con un’altra seconda punta, ma dalle caratteristiche differenti come Lautaro Martinez, che se dovesse restare potrebbe anche essere un partner compatibile. Le strade sono tante e il toto-Dybala è appena iniziato: bisognerà capire però dove giocherà la Joya.