Inzaghi: “Vogliamo crederci fino alla fine. Portiere titolare domani: scelta fatta”

0
236

Le dichiarazioni di Simone Inzaghi nella conferenza stampa della vigilia della sfida con l’Udinese in programma domani ore 18 alla Dacia Arena

Dopo il pesante ko di Bologna, l’Inter non può permettersi più passi falsi oltre che sperare che il Milan perda almeno una partita delle quattro restanti. Domani a Udine, quindi, la squadra di Simone Inzaghi avranno a disposizione un solo risultato: la vittoria.

Alla vigilia del match della ‘Dacia Arena’ ha parlato il tecnico nerazzurro. Ecco le sue parole raccolte da Interlive.it.

Simone Inzaghi in conferenza

CONFERENZA INZAGHI

HANDANOVIC – “Stamane ha fatto un lavoro parziale, ha un problema importante ma ci proverà. Se non dovesse farcela, giocherebbe Radu”, ha esordito Inzaghi.

NON E’ FINITA – “La sconfitta col Bologna è stata una delusione molto forte, nello spogliatoio l’umore non era dei migliori. Però in questi giorni ho visto un ottimo spirito di gruppo, la squadra vuole crederci fino alla fine. Mancano quattro gare più la finale di Coppa Italia. Le affronteremo una alla volta e poi faremo la conta. Ci auguriamo di regalare altre soddisfazioni ai nostri tifosi. A Bologna abbiamo fatto un ottimo primo tempo che non dovevamo finire 1-1. Avremmo dovuto segnare di più perché un errore del portiere è risaltato di più, ma sul 3-1 non se ne sarebbe parlato. L’errore commesso da Radu può capitare come può capitare all’attaccante di sbagliare un gol o a un allenatore di sbagliare un cambio o la formazione. Si è parlato tanto di questo recupero, avremmo voluto giocarlo a gennaio, alla fine l’abbiamo giocato e perso. Ma non molliamo perché può accadere di tutto”.

RECUPERI – “Abbiamo qualche problematica di formazione. Non ci saranno Calhanoglu e Bastoni, tornano invece Gosens e Vidal”.

RADU – “Ha la mia fiducia. E’ un ottimo portiere, si è messo a disposizione sempre anche se ha giocato pochissimo e ha una carriera importante davanti. Se avrebbe dovuto giocare qualche partita in più? Non sono per l’alternanza dei portieri, per me ci deve essere una gerarchia”.

TESTA ALL’UDINESE – “Dobbiamo pensare a noi stessi e non al Milan. Se n’è parlato poco ma affrontiamo una squadra in salute che ha una media punti ad aprile inferiore solo a noi. L’Udinese ha qualità e forza”.

BASTONI – “Speriamo di recuperarlo per la finale di Coppa Italia. E’ qualcosa in più di un affaticamento, ma lo staff sanitario è a disposizione per rimetterlo in sesto”, conclude Inzaghi.