Dybala e Lautaro parlano la stessa ‘lingua’: il contro è uno solo

0
28

Sono ore intense per ciò che concerne il futuro di Paulo Dybala, che potrebbe essere anche all’Inter alla corte di Inzaghi. Ecco perchè la coppia con Lautaro funzionerebbe 

Paulo Dybala lascerà la Juventus a parametro zero al termine del suo attuale contratto in scadenza giugno 2022. Il futuro dell’argentino tiene banco, con la pista Inter concreta e ben più che una semplice suggestione. Come anticipato anche da Interlive.it la ‘Joya’ preferirebbe proprio la Milano nerazzurra come sua prossima destinazione. A San Siro troverebbe Beppe Marotta con l’Inter che sarebbe priorità maggiore anche rispetto alla Spagna e alla pista Atletico Madrid.

Dal futuro all'Inter alla firma con la Juve: 'decisivo' Dybala
Paulo Dybala ©LaPresse

La suggestione può quindi prendere corpo a determinate cifre e vedrebbe in caso di firma un Dybala in più nel motore di Inzaghi che si ritroverebbe anche a gestire una curiosa convivenza con un altro argentino di primo livello: Lautaro Martinez. Questo è il dubbio che attanaglia tifosi e critica, ma al netto di cessioni i due numero 10 potrebbero tranquillamente convivere.

Dybala e Lautaro Martinez insieme all’Inter: ecco perchè funzionerebbero

"Accordo Dybala-Inter": ecco come stanno davvero le cose
Paulo Dybala ©LaPresse

Il possibile arrivo a Milano di Paulo Dybala non esclude a priori la presenza di Lautaro Martinez. Parte della tifoseria teme infatti che l’eventuale approdo dell’argentino proveniente dalla Juve, sarebbe il preludio ad una cessione poi del ‘Toro‘, che anche quest’anno si sta dimostrando grande trascinatore a suon di gol. Al netto di offerte fuori mercato Lautaro resterà all’Inter e come se non bastasse dal punto di vista sia tecnico che tattico i due sudamericani sarebbero altamente compatibili.

I pro riguardo alla compresenza di Martinez e Dybala non mancano: innanzitutto in un attacco a due potrebbero entrambi rendere al meglio, con Lautaro nei panni di numero 9 di movimento e la Joya come rifinitore a suo supporto. Si tratta anche tecnicamente di due calciatori di alto profilo e che dunque parlano la stessa ‘lingua’ non solo dal punto di vista comunicativo ma anche calcistico. Due attaccanti di movimento, entrambi tecnici e capaci di duettare al meglio tra di loro, con Dybala più assist-man e Lautaro più goleador, col primo in fase di costruzione e rifinitura e il secondo abile invece a lanciarsi negli spazi aperti e a concretizzare in rete i passaggi illuminanti del connazionale. Un altro pro inoltre riguarda proprio la stessa nazionalità: insieme infatti Lautaro e Dybala potrebbero affinare l’intesa per conquistare insieme traguardi importanti pure con la selezione dell’Argentina, divenendo presente e futuro della compagine albiceleste.

Anche dal punto di vista emotivo i due calciatori potrebbero completarsi e spalleggiarsi a vicenda, con Lautaro pronto anche a ‘migliorare’ indirettamente il connazionale imprimendogli maggiore forza mentale, utile anche a trovare quella continuità e quella ‘garra’ che spesso gli è mancata nelle ultime due annate.

Difficile trovare dei contro ad una operazione del genere, con due calciatori tecnicamente fortissimi e altamente compatibili. L’unico neo potrebbe essere dato dal fatto che mantenere in rosa e in formazione sia Lautaro che Dybala di fatto precluderebbe per larghi tratti la possibilità di avere un vero e proprio numero 9 di stampo classico in campo. Una questione che però potrebbe rivelarsi un falso problema.