Gasp e quell’amaro in bocca lasciato una decina d’anni fa: ma oggi può rifarsi

0
45

Una storia che sa più di disavventura quella vissuta tra Gasperini e l’Inter ma oggi il tecnico atalantino può provare a rifarsi

Bisogna tornare a poco più di 11 anni fa per poter rivedere Gian Piero Gasperini sedere sulla panchina dell’Inter. Da ambo le parti infatti, l’amore sembrerebbe non essere mai sbocciato e a distanza di molti anni, il tecnico atalantino ha questa volta l’opportunità di potersi rifare.

Gasp e quell'amaro in bocca lasciato una decina d'anni fa: ma oggi può rifarsi
Gian Piero Gasperini ©LaPresse

Un’avventura durata pressochè 73 giorni quella di Gian Piero Gasperini in nerazzurro. L’allenatore piemontese infatti, non è mai stato in grado di instaurare un vero e proprio legame assieme ai suoi ormai ex tifosi per via dei deludentissimi risultati raccolti in passato con la sua passata squadra. Zero le vittorie raccolte assieme alla ‘Beneamata’ e un esonero rimediato dopo appena cinque partite ufficiali. Ma ora, a distanza di lunghi anni, il tecnico dei bergamaschi ha l’opportunità di poter provare a rifarsi, a partire già da oggi durante MilanAtalanta.

Milan-Atalanta, i tifosi dell’Inter incrociano le dita e si affidano a Gasperini e i suoi

Milan-Atalanta, i tifosi dell'Inter incrociano le dita e si affidano a Gasperini e i suoi
Gian Piero Gasperini ©LaPresse

MilanAtalanta è senz’alcun dubbio una di quelle partite che rischia di pesare non soltanto sulle sorti di una singola squadra, ma anche su quelle di altre società. Non è un caso infatti che i rossoneri – nel caso in cui dovessero uscire vittoriosi dalla supersfida contro la ‘Dea’ – ipotecherebbero a tutti gli effetti l’eventuale vittoria dello scudetto. Proprio per questo, i tifosi dell’Inter – oltre a dover sperare in una vittoria da parte della propria squadra con il Cagliari – incrociano le dita e attendono buone notizie dal big match in programma questo pomeriggio alle ore 18. Una sfida che siamo certi non farà mancare alcuna emozione, in quanto è l’Atalanta stessa a dover provare a rincorrere una pesante qualificazione in Europa.