Arrivato il messaggio di Zanetti: “Sono quasi svenuto”

0
825

Il calciatore si racconta in una lettera scritta, trapela il retroscena del messaggio inviatogli da Zanetti

Da buon italiano acquisito, Kristjan Asllani non vuol dimenticare la sagra di paese che si tiene ogni anno dalle sue parti, nella provincia di Pisa. Ed è così che nasce il suo racconto per ‘Cronache di Spogliatoio’.

Kristjan Asllani ©LaPresse

“Due anni fa, prima del Covid, c’ero anche io. Amo le sagre e fare il cameriere. Corri tutto sudato, schivando sedie e zanzare per portare il cibo a compaesani, turisti e persone che accorrono dai paesi limitrofi. Questa volta ho dovuto saltare la sagra per diventare un giocatore dell’Inter“, rivela nel suo scritto il neocentrocampista nerazzurro. Dalle sue parole trasuda vera emozione: “Quando ho ricevuto quel messaggio da Javier Zanetti che diceva «Benvenuto all’Inter, Kristjan» sono quasi svenuto. Mentre i miei amici servivano ai tavoli, io ero nella stessa stanza di Romelu Lukaku a svolgere le visite mediche. Avevo indosso la maglia dell’Inter perché l’Inter mi aveva appena comprato”.

“Ci ho capito poco di quei giorni, sono sincero”, ammette. “Un po’ perché non amo essere sotto i riflettori; un po’ perché nel 2010 avevo 8 anni e cercavo di intravedere la finale di Champions League contro il Bayern Monaco in tv, stando in punta di piedi in mezzo agli anziani più alti di me. Quella notte ho capito di amare questa squadra. Al gol di Milito è caduto per terra qualche bicchiere, io saltavo e saltavo. Non era un segreto: tutti sapevano che tifavo Inter”, continua con sorpresa.

Asllani tifoso interista da sempre, oggi il destino gli sorride

Dumfries e Asllani ©LaPresse

“Nel giro di un anno non soltanto ho vinto il campionato Primavera, ma ho segnato anche il mio gol d’esordio in Serie A su punizione proprio contro l’inter a San Siro. Alla fine sono diventato io stesso un calciatore nerazzurro, posso dire di aver realizzato il sogno di una vita. Vediamo cosa combino”, conclude Asllani in un pugno di parole cariche di significato.