Inter sufficiente contro il Lens: bene Handanovic e Lazaro, attacco rimandato

0
17

I top e flop dell’Inter nella partita amichevole contro il Lens, la difesa lavora ma che fatica lì davanti

Quella su suolo francese è stata un’esibizione di assestamento per l’Inter. Gli uomini di Inzaghi non hanno certamente espresso il loro miglior gioco contro il Lens, complice una condizione fisica non ottimale che ha annebbiato spesso la lucidità in fase offensiva. Non male il lavoro svolto dalla difesa, piuttosto attenta ed equilibrata. Nel complesso, in ogni caso, il risultato di 1-0 maturato allo scadere ha rispecchiato l’andamento altalenante ma un 1-1 sarebbe stato decisamente più meritato.

Samir Handanovic ©LaPresse

Il migliore in campo è stato senza ombra di dubbio il capitano Samir Handanovic, per aver offerto una prova solida e di esperienza. Ha respinto in diverse occasioni le incursioni avversarie, culminate soprattutto nel secondo tempo. Pari merito sorprende l’esterno Valentino Lazaro, prima scelta di Inzaghi anche in questa occasione per farlo mettere in mostra agli occhi dei pretendenti sul mercato. Galoppa lungo la fascia senza scomporsi, pressoché nulle le sbavature in fase di copertura e buona pressione in attacco. La dirigenza però è stata chiara: il calciatore non fa parte del progetto nerazzurro, per cui c’è da dimenticare un suo possibile inserimento negli schemi del tecnico piacentino.

Barella statico, l’attacco c’è ma non incide

Nicolò Barella ©LaPresse

Nel complesso la linea difensiva ha svolto un lavoro sufficiente, così come il centrocampo. Peccato per Barella, visto a tratti troppo statico e scarsamente incisivo come suo solito. È probabile che non abbia voluto forzare troppo i movimenti, essendo questa una fase delicata del ritiro. Quanto all’attacco, Lukaku ha fatto sentire da subito presenza e centimetri coadiuvato da un ispirato Lautaro che attaccava gli spazi. A seguire ci ha provato anche da lontano. In ombra Dzeko, così come Correa: l’argentino ha messo a segno qualche buona giocata ma non è abbastanza.