Interlive | Acerbi per Inzaghi: operazione last-minute

0
1143

Acerbi è difatti un fuori rosa della Lazio di Sarri. Nei giorni scorsi il suo agente Pastorello ha fatto visita nella sede dell’Inter

Francesco Acerbi è alla ricerca di una nuova sistemazione. Il classe ’88 è difatti un fuorirosa della Lazio, ha rotto coi tifosi e con l’ambiente chiedendo la cessione. Venerdì scorso il suo agente Pastorello ha fatto visita all’Inter, dove potrebbe essere il suo futuro prossimo.

Francesco Acerbi ©LaPresse

Secondo le informazioni raccolte da Interlive.it, il 34enne di Vizzolo Predabissi è davvero un nome che la dirigenza di viale della Liberazione adesso tiene in considerazione per questi ultimi venti giorni di calciomercato estivo (diciamo anche per gli ultimissimi giorni), dopo che era stato ‘rifiutato’ nei mesi scorsi, quando il piano prevedeva ancora l’accoppiata Bremer-Milenkovic con la cessione di Skriniar. Ad oggi Acerbi ha tutte le carte in regola per essere il rinforzo last-minute del reparto arretrato, il sostituto di Ranocchia andato al Monza che Inzaghi ancora non ha avuto. Il tutto al netto di altre possibili ‘occasioni’ che possono arrivare soprattutto dall’estero, anche se l’Inter non ha/può esporsi economicamente soprattutto fronte ingaggio, a maggior ragione per una riserva.

Calciomercato Inter, Acerbi last-minute a prescindere da Skriniar

Francesco Acerbi ©LaPresse

Acerbi costerebbe zero lato cartellino, poiché Lotito può darlo senz’altro in prestito (del resto solo un ‘pazzo’ lo prenderebbe a titolo definitivo accollandosi i tre anni di contratto che il difensore lombardo ha ancora col club biancoceleste), e ha uno stipendio sui 2 milioni di euro netti che un po’ potrebbe accollarsi la stessa Lazio pur di non vederlo più a Formello. Va sottolineato, poi, che Acerbi conosce già Inzaghi, che lo stima, e il suo calcio, difesa a tre inclusa e quindi non avrebbe bisogno di tempo per inserirsi in squadra. Acerbi potrebbe arrivare pure in caso di partenza di Skriniar, ma ovviamente non in qualità di sostituto ma come rincalzo dei titolari, nello specifico di de Vrij.