Cremonese, tanto piccola quanto pericolosa: Inter verso il turnover

0
43

Focus sulla squadra allenata da Alvini che ha promesso di fare la sua partita contro un’Inter reduce da un pesante tonfo fuori casa

La Cremonese sarà la piccola, grande ospite dell’Inter sul manto erboso dello stadio ‘San Siro’ di Milano domani sera, in quel che si prospetta un match interessante valevole per la quarta giornata del campionato di Serie A.

Cremonese ©LaPresse

Sebbene gli ospiti si presentano con un bottino di punti nullo dopo le prime tre uscite (in un calendario poco favorevole, ndr) da neopromossa al pari dei colleghi del Monza, la squadra allenata dal tecnico Alvini vuole fare il suo contro una delle indiziate alla vittoria dello Scudetto e macinare i primi punti. Le tre reti segnate finora lasciano ben sperare rispetto a tutte le altre realtà relegate nella parte bassa della classifica, complice un modulo spiccatamente offensivo che contribuisce alla creazione in profondità di potenziali azioni da rete. Alvini preferisce infatti il 3-4-1-2 con un trequartista alle spalle delle due punte, di cui Okereke risulta l’uomo più pericoloso.

Cremonese rivoluzionata, contro l’Inter per macinare i primi punti

Cremonese ©LaPresse

Sul mercato, la società si è distinta per aver rivoluzionato l’organico rispetto alla stagione passata. Tra gli acquisti principali va menzionato l’altro attaccante titolare Dessers di provenienza Genk, uno di quelli che avrà modo di dimostrare tutto il suo potenziale dopo essersi adattato agli schemi proposti. A seguire spunta il freschissimo Afena-Gyan, ex conoscenza Roma messasi in mostra sotto la guida di Mourinho lo scorso anno. Ultimi ma non per importanza i prestiti di Zanimacchia dalla Juventus e Ascacibar dall’Herta Berlino, così come quello dell’ex nerazzurro Radu.