Il Barcellona ci riprova: le ‘condizioni’ per l’affare con l’Inter

0
481

L’Inter e il Barcellona potrebbero tornare ad intrecciare i rispettivi destini nel corso del mercato di gennaio. Le condizioni per l’affare con i nerazzurri 

La fascia sinistra è la zona di campo che presenta maggiori punti interrogativi per la stagione 2022/23 dell’Inter che è ormai iniziata. Il calciomercato estivo intanto si è concluso e dunque i nerazzurri resteranno così quanto meno fino a gennaio. Per ciò che concerne la fascia mancina il club di Suning ha perso a parametro zero agli albori della sessione estiva di trasferimenti Ivan Perisic per mancato accordo sul rinnovo contrattuale. Il croato è quindi finito al Tottenham dell’ex Conte, mentre l’Inter non ha di fatto acquistato alcun sostituto di ruolo.

Ancora Jordi ALba per l'Inter: il tentativo
xavi barcellona © LaPresse

I nerazzurri hanno infatti deciso di affidarsi all’investimento fatto appena una manciata di mesi prima: quel Robin Gosens arrivato dall’Atalanta a suon di milioni ma ancora non integrato al 100% negli schemi di Simone Inzaghi. Qualche problema fisico di troppo e difficoltà complessive per il laterale tedesco che era stato persino accostato ad una eventuale cessione nelle ore finali del mercato estivo. Proprio in quella fase all’Inter era stato avvicinato anche il nome di un giocatore del Barcellona di Xavi.

Calciomercato Inter, riecco Jordi Alba: il Barcellona ci riprova per gennaio

Ancora Jordi ALba per l'Inter: il tentativo
Jordi Alba © LaPresse 

Al tramonto del mercato estivo all’Inter era stato accostato anche il nome di Jordi Alba, espertissimo laterale sinistro spagnolo non centralissimo ora alla corte di Xavi, soprattutto con l’arrivo di Marcos Alonso.

A gennaio il Barça potrebbe anche riprovarci e l’Inter magari farci un pensierino qualora lo stesso Robin Gosens continuasse a non rendere come dovrebbe. Certo nel caso servirebbe sempre una cessione a titolo definitivo o in prestito con obbligo del tedesco ex Atalanta per monetizzare e liberare spazio. Il Barcellona inoltre per concretizzare un addio tanto importante dovrebbe farsi carico del 60-70% dello stipendio di Alba.