Vanheusden: riparte dall’Olanda la carriera del giovane difensore

0
57

Inter, Zinho Vanheusden ricomincia la sua carriera con l’Az Alkmaar e manda e mostra la sua felicità con un messaggio

Zinho Vanheusden ©LaPresse

 

Il difensore dell’Inter, Zinho Vanheusden, ricomincia per l’ennesima volta la sua carriera ma questa volta non è stato un infortunio ma la mancanza di condizione atletica, a fargli rinviare l’esordio in Eredivise. Ma vediamo come nella sua comunque ancora giovane professione, visto che è un classe 99′, quanti infortuni ha già subito.

Il suo primo infortunio avvenne il 27 ottobre 2016 quando si ruppe il setto nasale, che lo costrinse a quasi un mese di stop.

Il 28 settembre 2018  la rottura del legamento crociato del ginocchio e sei mesi in infermeria.

Il 2 maggio 2019 nuovamente un problema al ginocchio lo costringe a fermarsi una settimana ma poi decise di operarsi e rientra dopo 4 mesi.

Nel novembre 2020 si rompe nuovamente il crociato e resta ai box altri sei mesi.

Il 30 settembre 2021 un problema muscolare lo obbliga nuovamente a rimanere a guardare i compagni per quasi due mesi.

Non fa in tempo a rientrare che un altro problema muscolare a metà dicembre lo ferma ancora fino al 6 gennaio dell’anno successivo.

Il 20 febbraio 2022 un nuovo problema al ginocchio gli fa finire anzitempo la stagione.

L’Inter la scorsa estate ha deciso di mandarlo in prestito all‘Az Alkmaar, ma come abbiamo scritto un ritardo di condizione gli fa rimandare l’esordio fino a ieri, dove finalmente è tornato in campo con la sua nuova squadra olandese nella sfida vinta in trasferta contro il Groningen per 4-1.

Il calciatore, ha voluto esternare la sua felicità con un messaggio sul suo profilo Twitter.
Queste le sue parole in inglese e la traduzione: “It’s been a long road but grateful to be where I am now, feeling good on the pitch again!
“La strada è stata lunga, ma sono grato di essere dove sono adesso e di sentirmi di nuovo bene in campo!”

Speriamo che per il giovane calciatore, sia veramente un inizio definitivo e senza più infortuni per poter finalmente dimostrare il suo valore che, causa tutti questi stop, si è potuto vedere solo a tratti.