Accordo da 85 milioni: ora l’Inter è in ‘pericolo’

0
298

L’Inter sta lavorando per provare a dare continuità e tornare in lotta sotto tutti i punti di vista ma un occhio è sempre rivolto al mercato. I big andranno protetti da eventuali assalti 

Al netto di un inizio altalenante con parecchi alti e bassi, i big di casa Inter restano notevolmente appetibili sotto ogni punto di vista e la dirigenza dovrà dunque tenere alta la guardia in ottica calciomercato. Uno di questi è Milan Skriniar che piace all’estero e che ha il contratto in scadenza 2023 con Marotta che in settimana al Gran Galà del calcio ha detto: “Siamo fiduciosi anche se chiaramente molto dipenderà da quelle che sono le sue intenzioni. Non ci resta far altro che essere ottimisti”.

Maxi contratto Arsenal: triplo assalto Inter
Inter ©LaPresse

Fiducia quindi nonostante le tante voci contrastanti, ma quello dello slovacco non è di certo l’unico nome che stuzzica al di fuori dei confini nazionali. Ci sono infatti altri tre interisti che potrebbero finire nel mirino di club importanti, questa volta con l’aiutino di uno sponsor.

Calciomercato Inter, maxi contratto per l’Arsenal: soldi freschi per un triplo assalto ai nerazzurri

Maxi contratto Arsenal: triplo assalto Inter
Lautaro Martinez ©LaPresse

L’Arsenal nelle scorse settimane ha annunciato l’estensione della partnership con Adidas. Si tratta di un rinnovo fino al 2030 a 85 milioni a stagione, ovvero come il Manchester United e dietro solo a Barça e Real Madrid con annesso sorpasso al City di 10 milioni. Cifre dunque imponenti e sul lungo periodo e che daranno un ulteriore boost in sede di calciomercato ad una società forte e finalmente in forte risalita anche dal punto di vista tecnico visto il primato in Premier League.

Il mercato estivo prossimo dunque Arteta potrebbe anche guardare in casa Inter per rinforzare squadra viste le ritrovate ambizioni del club e soldi freschi nelle casse. Barella, Lautaro e Bastoni sono i nomi che piacciono e per uno dei tre può esserci anche un assalto importante da parte dei ‘Gunners’ soprattutto nel caso in cui questa stagione finisse con un risultato molto positivo, o quanto meno col ritorno in Champions, requisito minimo per la situazione attuale.