Calciomercato Inter, 68 milioni: Marotta chiude l’affare in Premier

0
541

Prestazioni altalenanti come a Milano le sue. L’Inter è pronta a sacrificarlo. Ecco cosa accadrà in vista dei prossimi mesi

Oltre a rivelarsi una vetrina dal grande spessore, il Mondiale di #Qatar2022 si sta in fin dei conti palesando anche come un’occasione più unica che rara per poter vedere i propri giocatori impegnati all’interno di una competizione internazionale così importante.

Scenografia Qatar 2022 ©LaPresse

A tal proposito infatti, restano addirittura sette i nerazzurri che nelle scorse settimane si sono recati a Doha per poter prendere parte agli impegni con la propria nazionale. Tra questi inoltre, figurano anche alcuni giocatori dal futuro tutt’altro che scontato: come per esempio Denzel Dumfries e Romelu Lukaku. Quanto al primo infatti, seppure egli stesso stia spesso e volentieri figurando dal 1′ – restano a proposito di questo già tre le apparizioni da titolare al fianco della sua Olanda – l’attuale numero 2 dell’Inter, così come mostrato finora in nerazzurro, non sta comunque riuscendo – come si suol dire – a ‘stare sul pezzo’, fornendo tra l’altro alcune prestazioni altalenanti. In tal senso dunque, anche per via del semplice fatto che l’Inter sarà chiamata da un momento all’altro ad attuare una grande cessione, i nerazzurri potrebbero anche prendere in considerazione l’idea di sacrificarlo a gennaio, dove c’è già mezza Premier con gli occhi puntati su di lui.

Calciomercato Inter, Dumfries si allontana da Milano: sia Chelsea che Tottenham restano lì in attesa

Denzel Dumfries ©LaPresse

Dopo essere stato corteggiato da mezza Premier già nel corso degli scorsi mesi, in Uk continua a parlarsi sempre e comunque di un concreto interesse da parte del Tottenham ma più verosimilmente del Chelsea (ancora in emergenza lì a destra). Difatti, una volta giunti a questo punto, l’Inter potrebbe anche finire per dire ‘sì’ ad un’eventuale offerta da 40 milioni di euro e/o volendo anche 35+5 di bonus nel caso. Da lì chiaramente, l’olandese non arriverebbe a farsi alcuno scrupolo pur di accettare il proprio approdo in terra inglese, coi ‘blues’ che potrebbero anche finire per mettere sul piatto un potenziale contratto da circa 4 milioni netti a stagione per i prossimi quattro anni e mezzo. Trattasi dunque di un investimento complessivo tutt’altro che indifferente: ed è per questo che si parla già di un totale netto di 18 milioni, che, sommati ai 40 del cartellino, si arriverebbe a raggiungere così i 68 milioni di euro complessivi. A proposito di Chelsea ed Inter invece, c’è anche una loro vecchia – ma pur sempre attuale – conoscenza che ha già incominciato ad ‘affilare gli artigli’ in vista di oggi pomeriggio.

Qatar 2022, chi sbaglia va a casa: Lukaku insidia ora Brozovic

Lukaku e Brozovic ©LaPresse

In virtù della complicata situazione che si sta vivendo attualmente all’interno del raggruppamento F, è ormai chiaro a tutti che quasi sicuramente uno tra Romelu Lukaku e Marcelo Brozovic non si qualificherà in vista degli ottavi di finale. Tutto questo è dovuto esclusivamente al fatto che così come la Croazia si trova lì posizionata al primo posto a quattro punti, c’è anche il Marocco che reduce dall’aver battuto il Belgio – ancora fermo a tre punti tra l’altro – proprio nella scorsa domenica vanta ora gli stessi punti di Brozovic e compagni. E’ match point dunque tra i due attuali giocatori dell’Inter: da vedere ora chi andrà avanti quest’oggi col calcio d’inizio fissato alle ore 16.