Inzaghi vuole il miglior Lukaku: “Stia sereno, Scudetto alla portata”

0
50

Le parole del tecnico nerazzurro a seguito dell’incontro amichevole contro il Gzira sul prosieguo del campionato e il ruolo del centravanti belga

L’Inter ha rotto gli indugi sull’inizio del ritiro in terra maltese con una schiacciante vittoria per 6-1 ai danni della formazione locale del Gzira United. Tra i tanti protagonisti bene soprattutto coloro i quali non sono riusciti a totalizzare un numero sufficiente di minuti nel corso della prima metà di stagione in maglia nerazzurra, come Asllani, Bellanova e Gosens. Al termine della gara ha parlato proprio il tecnico Simone Inzaghi in una conferenza stampa a lui dedicata, ove ha fatto il punto anche sulla situazione in classifica, gli obiettivi stagionali e il ruolo di Romelu Lukaku per il raggiungimento di questi ultimi.

Simone Inzaghi ©LaPresse

Ci siamo allenando bene. La partita di ieri è stata impegnativa, abbiamo fatto quello che dovevamo contro una squadra maltese di buona qualità. Ora dobbiamo continuare su questa scia per arrivare pronti il prossimo 4 gennaio. Sono stato contento anche della risposta dei ragazzi della Primavera, visto che in questo momento abbiamo diversi giocatori fuori rosa impegnati con il Mondiale. Darmian, D’Ambrosio e Correa sono alla Pinetina, li riavremo presto con noi“, ha aperto Inzaghi.

Il tecnico piacentino ha poi così proseguito il suo intervento: “Aspettiamo coloro che rientreranno. Ne abbiamo quattro che sono arrivati ai quarti di finale della competizione, mentre Lukaku e Onana arriveranno a cavallo tra venerdì e sabato per aggregarsi a noi. Fisicamente stanno bene e li aspettiamo“.

Su Onana: “C’è stata un’incomprensione con il tecnico della sua Nazionale e l’ha pagata a caro prezzo, ma l’ho sentito e sembra tranquillo. Io posso solo parlare per quanto visto sinora all’Inter: è un ragazzo positivo, quando c’era da restare in panchina è rimasto in panchina, quando c’era da giocare ha giocato“.

Inzaghi: “Le vittorie finora non bastano, dobbiamo essere pronti”

Romelu Lukaku ©LaPresse

Quanto a Lukaku, reduce da una brutta parentesi con il Belgio eliminato ai gironi, Inzaghi non aspetta altro che riabbracciarlo per contare su di lui: “È chiaramente molto deluso per come sono andate le cose. Punta al massimo e tiene molto alla sua Nazionale. Ha giocato 45 minuti, ha avuto tre ghiotte occasioni che il Belgio non aveva avuto in tutta la durata della partita. Quando un attaccante ha questo genere di occasioni deve soltanto stare sereno“.

Infine il tecnico piacentino si concede uno sguardo sincero sugli impegni che aspettano l’Inter nella cavalcata finale per riacciuffare il sogno Scudetto, mai tramontato: “Avremo un gennaio piuttosto impegnativo. Finora abbiamo vinto 10 partite in 15 vittorie ma non bastano. Il Napoli sta andando fortissimo e dobbiamo farci trovare pronti: con queste medie 30 punti potrebbero non bastare. Noi ci auguriamo comunque e continuiamo a sperare di vincere lo Scudetto. Mancano ancora 23 partite alla fine, c’è spazio per tutti“.