VIDEO | Onana-Song, rivelazione shock: “Ti ho chiamato, non sei venuto”

0
68

Trapelano dettagli utili per la ricostruzione dei fatti accaduti tra il portiere nerazzurro e il commissario tecnico del Camerun: “Eto’o ha visto tutto”

A distanza di diversi giorni dall’accaduto, il battibecco tra il portiere André Onana e il commissario tecnico della Nazionale del Camerun, Rigobert Song, torna a far parlare di sé. Dopo le scuse pubbliche da parte del primo, avvenute a mezzo della condivisione sui propri profili social di un messaggio bilingue, sono saltati fuori nuovi utili dettagli al fine di comprendere meglio e ricostruire i fatti che hanno portato all’esclusione di Onana dal Campionato del Mondo di Qatar 2022 alla sola seconda giornata della fase a gironi.

Onana su azione
André Onana su azione al Mondiale ©LaPresse

Il tecnico Song, ripreso da una videocamera a sua insaputa, ha così dichiarato: “Sono andato dal presidente (Samuel Eto’o, ndr) a riportargli la mia intenzione di non voler più lavorare con Onana, quest’ultimo è poi scoppiato a piangere. Il motivo? Era venuto a trovarmi prima della partita contro la Serbia e gli ho risposto che, se avesse voluto parlarmi, avrebbe dovuto farlo prima. In quel momento stavo preparando la partita con il resto della squadra. Sono stato io a chiamarlo per primo, lui non è venuto“.

Onana superficiale ed ‘ego-riferito’: la decisione di Song

Song serio, severo con Onana
Rigobert Song, c.t. del Camerun ©LaPresse

Il racconto è quindi proseguito, con un’altra rivelazione importante: “Onana è poco concentrato. Fa il suo ‘One Man Show‘, gioca molto coi piedi… L’ho chiamato e gli ho suggerito di non giocare così perché corre troppi rischi. Che sarebbe meglio giocare la palla sulle fasce. Almeno se dovesse perderla farebbe in tempo a tornare in porta per rimediare“.

Song non è stato l’unico ad aver notato questo pizzico di overconfidence. Quella voglia di strafare, spesso tipica dei giovani determinati e consci nelle proprie capacità. Con lui c’è stato anche il presidente della Federazione camerunese, Samuel Eto’o: “Parlo con Aboubakar, Zambo, ChoupoMoting ed Ebossé e non posso parlare con lui? Chi pensa di essere? A quel punto ho interrotto l’allenamento e invitato tutti a recarsi negli spogliatoi. Gli ho detto che mi aveva rovinato il lavoro. Eto’o era in tribuna e ha visto tutto. Di ritorno in hotel, invece di venire a parlare con me è andato direttamente dal presidente sperando che potesse dargli ascolto. Ma lui lo ha mandato chissà dove. Non conosce affatto quell’uomo“.

Intanto Onana ha fatto rientro a Milano per la ripresa degli allenamenti, prima di ricongiungersi al gruppo di Inzaghi attualmente impegnato nel ritiro sull’Isola di Malta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da André Onana (@andreonana.24)