Riecco Lukaku, in gruppo dopo 43 giorni: ecco il ‘piano’ di Inzaghi

0
47

Il belga è reduce da un deludente Mondiale e da una prima parte di stagione quasi interamente vissuta ai box per infortunio

Ad Appiano Gentile stanno iniziando a tornare i reduci dal Mondiale in Qatar, mentre per Brozovic e Lautaro Martinez la competizione proseguirà fino alla fine visto che si sfideranno in semifinale con le rispettive Nazionali.

Dopo ben 43 giorni che non si allenava con i compagni, oggi si è rivisto Romelu Lukaku che ha anticipato il suo rientro di tre giorni per poter cominciare subito la riabilitazione ed essere al top per la sfida con il Napoli.

Allenamento personalizzato per Lukaku: Inzaghi vuole portarlo al top

Lo staff di Simone Inzaghi ha già pronto per lui un programma su misura e alla Gazzetta dello Sport hanno spiegato: “Si lavorerà su reattività, esplosività e forza, aggiungendo il buon umore dello spogliatoio nerazzurro che aiuta a superare le tossine mondiali: l’obiettivo è lanciare la macchina già il 4 gennaio a San Siro contro il Napoli, a una velocità alta, quella mai vista quest’anno”.

Romelu Lukaku ©LaPresse

Il calciatore ad una settimana esatta dall’eliminazione della sua Nazionale contro la Croazia, che tra l’altro è arrivata in semifinale eliminando il favoritissimo Brasile, è già rientrato alla base. Inoltre bisogna sottolineare che durante la sua mini vacanza tra le Seychelles e Dubai l’attaccante non è rimasto con le mani in mano.

Come ha spiegato nuovamente la Gazzetta dello Sport, mercoledì di mattina palestra e di pomeriggio campo, poi giovedì è stato invertito l’allenamento. A seguire passo passo tutta l’operazione c’era il connazionale Johan Gerets, preparatore della nazionale belga e figlio dell’ex milanista Eric Gerets, ma che viene considerato molto positivamente dallo staff tecnico sia della nazionale belga, che dell’Inter, nel trattare i muscoli di Romelu.

Trapela quindi ottimismo sulla forma fisica del calciatore, anche perché la bilancia non preoccupa: Romelu si sta portando sempre più verso il peso forma di 101 chili, quello indicato e consigliato sia dai nutrizionisti, sia dallo staff, che poi è l’obiettivo finale. Quando il belga riesce ad ottenere questa cifra raggiunge il top.

Inter, Mkhitaryan: “Abbiamo messo minuti nelle gambe”

In attesa di rivedere Romelu Lukaku in campo hanno anche parlato i reduci dalla mini trasferta sull’isola di Malta che ha portato non solo due vittorie che fanno morale, ma nuove certezze. Una di queste è sicuramente Henrik Mkhitaryan che intercettato da Sportmediaset ha detto: “Abbiamo iniziato la preparazione molto bene. Abbiamo già giocato due partite e messo minuti nelle gambe. Così andiamo avanti, sperando di continuare nello stesso modo e prepararci bene per l’inizio della seconda parte di stagione”.

Henrik Mkhitaryan ©LaPresse

Dopo il centrocampista è la volta di un calciatore che ormai non è solo una certezza ma un punto fermo della squadra nerazzurra e che sta cercando di ‘consolare’ con gol e assist le vedove nerazzurre di Ivan Perisic.

Queste le parole di Federico Dimarco prima della partenza dall’isola greca: “Ci siamo trovati bene, il tempo è ottimo e si sta bene. Penso che abbiamo lavorato nella maniera giusta. Le partite nel mezzo degli allenamenti aiutano a mettere minutaggio in vista del campionato”. Il giocatore ha poi ribadito di essere molto contento del suo rendimento di questo inizio stagione, ma soprattutto dei progressi della squadra che, a parte la sconfitta a Torino contro la Juventus, nelle ultime sette gare antecedenti la sosta ne ha vinte sei. Chiosa finale sugli obiettivi della formazione di Simone Inzaghi sui quali ha detto: “Dobbiamo pensare partita dopo partita, poi vedremo. Gli obiettivi li sapete tutti: salire in classifica e passare il turno di Champions”.