Inter e Juve, l’annuncio è choc: “Rescissione consensuale”

0
46

Le due rivali sperano in un colpo “in casa” a testa nella sessione invernale di mercato, c’è il pericolo imminente per i bianconeri

Inter e Juventus sono state impegnate ieri sui rispettivi campi del Benito Villamartin e dell’Emirates Stadium nelle sfide amichevoli contro Betis Siviglia e Arsenal, come da programma pre-ripresa delle ostilità nel campionato di Serie A. I nerazzurri hanno offerto una buona prova nonostante le assenze, con Darmian che risponde a Jimenez e spiana gli equilibri. Quanto ai bianconeri, la doppia autorete di Xhaka e Holding regala una vittoria strana e inattesa.

Lukaku tra permanenza e addio all'Inter
Romelu Lukaku ©LaPresse

I motori iniziano dunque a carburare ma c’è ancora molto lavoro da fare da parte dei due tecnici, nella speranza che entrambe le società possano far fronte agli obblighi e rilanciare il proprio cammino anche in Europa. Uno degli impegni imminenti cui dovranno far fronte è sicuramente l’apertura dei battenti della sessione invernale di calciomercato. S’è discusso tanto sugli obiettivi in lista di Marotta e Cherubini, ma le priorità al momento sembrerebbero tutte legate ai rinnovi e ai consolidamenti dei calciatori in rosa.

Simone Inzaghi vuole anzitutto poter contare su Romelu Lukaku che, nella prima metà di stagione, è stato praticamente inesistente per via del lungo infortunio alla coscia e la conseguente ricaduta pre-Mondiale. La sua avventura, poi, con la maglia del Belgio è terminata prematuramente e dunque ci si aspetta che il suo desiderio di riscatto sia alle stelle. Dal suo recupero passano tutte le speranze e le ambizioni nerazzurre anche per il futuro: resta infatti da capire se il centravanti belga potrà tornare utile anche nella prossima stagione, come si era vociferato inizialmente sulla possibilità di un prolungamento del prestito dal Chelsea. Oggi si parla addirittura di potenziale acquisto a gennaio. Che questo sia un azzardo o meno è ancora da capire.

Non solo Lukaku: anche la Juve alle prese col nodo Pogba

Fronte bianconero, invece, la questione appare molto simile per il centrocampista francese Paul Pogba. Anch’egli ha dovuto saltare l’intera prima parte di stagione per un lunghissimo infortunio che lo ha tagliato fuori persino dalla convocazione con la Nazionale francese, oggi impegnata nella finalissima del Campionato del Mondo contro l’Argentina di Lautaro Martinez e un ispiratissimo Messi.

Dubbio Pogba per la Juve
Paul Pogba ©LaPresse

A tal proposito ha dapprima detto la sua Massimiliano Allegri nel post partita per conto dei microfoni di ‘Sky Sport’: “Non ha fatto un metro in allenamento, non so quando e come rientrerà in gruppo. Questa è la verità, inutile prendersi in giro su un calciatore che non ha fatto davvero un metro di corsa. Dispiace che non ci sia, chiaramente, e speriamo di riaverlo il prima possibile“. Parole di un certo peso che lasciano presagire ad un futuro, quello di Pogba con la maglia bianconera, ancora molto incerto.

Nel caso in cui il francese non tornasse a disposizione neppure a gennaio, è tempo che la Juventus faccia i conti con la possibilità concreta di un clamoroso dietrofront. Tony Damascelli, ospite della trasmissione a ‘Radio Radio’, ha così avvisato: “Si potrebbe valutare la rescissione consensuale del contratto“.