All’Inter già a gennaio: clamoroso, Milan ‘tradito’ di nuovo

0
38

La conferma dalla Spagna sulla chance di addio al Barcellona e l’approdo in Serie A, questa volta non al Milan, ma ci sono troppe difficoltà per gennaio

L’Inter si avvicina prepotentemente alla risoluzione positiva della trattativa con l’entourage di Milan Skriniar per il tanto atteso rinnovo di contratto, destinato alla naturale scadenza nel giugno del 2023. In questo modo la dirigenza nerazzurra potrà tutelarsi da eventuali tentativi di pre-contratto con altre big europee, costrette dunque a tentare la prossima estate lo strappo dalle grinfie di Simone Inzaghi per una cifra che non sarà affatto in sconto come erroneamente preventivato da PSG e Chelsea.

Inzaghi osserva, Kessié all'Inter
Simone Inzaghi ©LaPresse

Oltre questo, stando a quanto palesato dai nerazzurri, non ci dovrebbero essere uscite di spessore come quelle di Alessandro Bastoni, Denzel Dumfries o Robin Gosens per non privare il tecnico piacentino di elementi utili alla cavalcata finale della stagione per tallonare fino all’ultimo il capolista Napoli. Anche Kristjan Asllani e Roberto Gagliardini, non proprio convincenti o comunque messi un po’ ai margini del progetto attuale, resteranno certamente in nerazzurro fino al termine dei giochi. Verosimilmente, dunque, l’Inter non dovrebbe neppure accogliere nuovi innesti nel corso dell’imminente sessione invernale di mercato. Eppure in Spagna non ne sarebbero tanto sicuri.

Dalla penisola iberica rimbalzano voci oltre il Tirreno sulla possibile cessione dell’ex centrocampista rossonero Franck Kessié, accostato alla causa nerazzurra a più riprese nelle ultime settimane di campionato.

Calciomercato, Kessié all’Inter ma non a gennaio

Ancor prima di questo, l’ivoriano era uno degli obiettivi preferiti dell’Inter sin dai tempi di Conte in panchina. Senza dimenticare che il profilo di Kessié piace da matti al direttore sportivo Piero Ausilio, il quale starebbe effettivamente cercando una quadra per riportarlo sull’altra sponda di Milano. Questa operazione non lascia però presagire che possa concretizzarsi proprio a gennaio.

Kessié lascia il Barcellona, spazio all'Inter
Franck Kessié ©LaPresse

Le difficoltà andrebbero ricercate non soltanto da un punto di vista meramente economico ma anche tecnico. Ammettendo che Inter e Barcellona dovessero riuscire a trovare un accordo di massima sul costo del cartellino del calciatore, del quale i catalani sarebbero comunque contenti perché arrivato la scorsa estate a parametro zero e dunque generatore di plusvalenza, il primo scoglio starebbe nell’elevato ingaggio al pari degli elementi più influenti in rosa. Il secondo, invece, sarebbe di carattere tecnico: Inzaghi dispone di calciatori del calibro di Marcelo Brozovic, Nicolò Barella e Hakan Calhanoglu che da soli formano una linea mediana assolutamente invidiabile. Kessié non avrebbe dunque le carte per scalzare uno dei tre, ma fungere soltanto da alternativa all’occorrenza.

Il suo status insomma non cambierebbe affatto rispetto a quanto visto finora con la maglia blaugrana: Xavi gli ha concesso soltanto 273 minuti all’attivo, dimostrando tutta la sua marginalità nel progetto. Che il suo minutaggio possa cambiare lievemente tra le file dell’Inter è certo, ma non ci potrà mai essere promessa che regga. Almeno non nel corso della seconda metà di stagione, quella ancora a venire. Da giugno, poi, si vedrà.