Erede Dumfries, l’Inter sfida la Juve

0
20

È sfida aperta fra Inter e Juve per un giovane laterale olandese. Un gioiellino, su cui presto potrebbero piombare altri club più attrezzati per il mercato. Per l’Inter si tratterebbe del perfetto erede di Dumfries.

Piace un giovane olandese. L’Inter lo vede appunto come il perfetto erede di Denzel Dumfries. La Juventus, invece, lo vorrebbe per sostituire il deludente Cuadrado.

Dumfries in vendita
Dumfries ©LaPresse

Per Piero Ausilio il prospetto da seguire gioca nell’Ajax. Potrebbe dunque arrivare dai Paesi Bassi il nuovo Dumfries: si tratta del diciannovenne Devyne Rensch, difensore olandese sotto contratto fino al 2025 con i Lancieri di Amsterdam. Neanche a dirlo, un prodotto del settore giovanile dei biancorossi.

Su calciomercatoweb.it viene presentato come un diamante grezzoche ha già mostrato talento a sufficienza per rientrare nel mirino di Juventus ed Inter”. In questa stagione Rensch ha registrato diciassette presenze. Ha segnato due volte e ha fornito un assist. E per cmweb è un possibile crack.

In realtà si tratterebbe di un difensore centrale. Ma essendo ambidestro e molto bravo tecnicamente viene spesso schierato come terzino destro e sinistro.

Il 13 agosto 2021, a soli diciotto anni, Rensch è stato convocato per la prima volta nella nazionale maggiore olandese. Il 7 settembre seguente ha fatto poi il suo esordio con gli Oranje, in occasione del successo per 6-1 contro la Turchia.

L’erede di Dumfries viene dall’Olanda

L’Ajax lo valuta 15 milioni. Un prezzo ipoteticamente abbordabile, specie per la Juve, che ha bisogno di sostituire Juan Cuadrado sulla fascia. Rensch è sì giovane ma pare avere tutte le carte in regola per crescere come un campione.

Erede Dumfries
Rensch ©LaPresse

Innanzitutto mostra doti di eccellenza dal punto di vista fisico: ha una buona velocità e un’elevata resistenza. Rivela poi ottimi tempi di reazione. Pur non essendo piazzato, ci mette sempre molta grinta e sa quindi farsi rispettare. Insomma, potrebbe sostituire degnamente il connazionale che l’Inter potrebbe presto cedere.

Per la Juve il freno è rappresentato dai problemi societari: i bianconeri, al momento, non possono progettare, dato che non sanno come si risolverà l’inchiesta Prisma e quale libertà di movimento sul mercato avrà in nuovo CDA. Per l’Inter, i vincoli, sono i soliti: budget a zero, necessità di vendere prima di comprare.

Sul giovane olandese dell’Ajax potrebbe inserirsi però anche il Newcastle. Una squadra che ha molto da spendere e che ha scelto di puntare sui giovani di qualità. E occhio anche al Chelsea, sempre a caccia di laterali duttili.

Dumfries in vendita

Vendendo Dumfries, l’Inter potrebbe versare senza troppa angoscia 15 milioni all’Ajax. Ma tutto dipende dal prezzo finale che si potrebbe percepire dal sacrificio annunciato dell’ex PSV. Il problema è che i club interessati (Chelsea e Manchester United) sembrano essersi tirati indietro.

Arriva un erede di Dumfries
Denzel Dumfries ©LaPresse

Denzel Dumfries resta comunque il nome più caldo in uscita per l’Inter. E potrebbe anche spuntare qualche club disposto ad avvicinarsi ai 60 milioni di valutazione fatta dai dirigenti nerazzurri. All’inizio, quella cifra, suonava quasi una provocazione, ma dopo il buon Mondiale giocato dal ragazzo, i top club erano parsi pronti a investire.

Si è parlato molto di un interesse da parte del Chelsea, per esempio, che al momento sembra ancora la meta più probabile nel futuro di Denzel Dumfries. L’Inter dovrà vendere per forza qualche pezzo pregiato, e l’olandese non è solo quello con più mercato ma anche il profilo in rosa più facilmente sostituibile.

Per adesso, Inzaghi vorrebbe trattenerlo almeno fino a giugno. Lo stesso vale per Robin Gosens, che, sulla fascia opposta, dovrà offrire prestazioni di alto livello, per ripagare finalmente il grosso investimento fatto per prenderlo dall’Atalanta.

Un erede di Dumfries dovrebbe quindi arrivare per la prossima stagione. Salvo clamorose sorprese. Considerando i vincoli imposti dal bilancio, è quasi impossibile pensare che l’Inter possa compiere un investimento durante la sessione invernale. Ma se il Chelsea dovesse muoversi subito per l’olandese, i dirigenti nerazzurri sarebbero costretti a prendere qualcuno già nei prossimi giorni.

In tal caso un nome sostenibile e gradito potrebbe essere quello del canadese Tajon Buchanan, esterno classe 1999 di proprietà del Bruges.