Calciomercato Inter, follia in Premier: più di 70 milioni

0
16

Il calciatore, offerto all’Inter in passato, potrebbe sposare un nuovo progetto tecnico in questa sessione di mercato invernale restando avvinghiato al campionato inglese  

Fino ad un paio di stagioni fa era uno tra tanti, poi in Inghilterra ci hanno visto lungo e il suo destino lo ha portato fino alla disputa del Campionato del Mondo con la sua Nazionale. È così che il giovane centrocampista ecuadoriano, giunto al Brighton dall’Indipendiente del Valle, ha potuto coronare il sogno di giocare non soltanto in Europa con uno dei club più improntati sullo slancio dei giovani talenti ma anche nello scenario calcistico più importante del mondo.

Inzaghi perde Caicedo
Simone Inzaghi ©LaPresse

A dire che Moises Caicedo era stato persino proposto all’Inter: Giuseppe Marotta e Piero Ausilio avevano ascoltato le proposte dei suoi intermediari, ma il costo di 20 milioni di euro aveva frenato le possibilità di considerarlo un vero e proprio obiettivo di mercato su cui investire per il futuro. Oggi, invece, grazie anche alla società inglese che ha creduto fortemente in lui e allo zampino di De Zerbi, il suo cartellino vale più di 70 milioni di euro. Una cifra impensabile, ora come ora, per le casse nerazzurre. E di fatti l’Inter può dirsi tagliata definitivamente fuori dai giochi. La palla passa direttamente nelle mani del Chelsea che, stando agli ultimi aggiornamenti di mercato, sarebbe giunto alla volontà di chiudere la trattativa con il Brighton per il passaggio del giovane Caicedo già in questa sessione di mercato.

Calciomercato, Chelsea scatenato: ennesimo investimento in entrata

I ‘Blues’ firmerebbero così l’ennesima operazione in entrata dopo un esborso economico complessivo di circa 500 milioni di euro in appena sei mesi di tempo.

Caicedo verso il Chelsea
Moises Caicedo ©LaPresse

La gestione di Todd Boelhy non vuole badare a spese, fornendo al tecnico Graham Potter tutte le credenziali per disputare una seconda metà di stagione all’altezza delle aspettative e rilanciare il progetto tecnico del club londinese già da quella successiva. Non ci si può infatti accontentare della sola qualificazione alla Champions League: l’obiettivo massimo resta quello della vittoria della Premier League, quest’anno dominata in lungo e in largo dagli uomini di Arteta. Chissà che non sia proprio la stracittadina con l’Arsenal ad attirare le attenzioni mediatiche il prossimo anno. Intanto sia Liverpool che Inter restano a guardare. Caicedo è un predestinato.