Il più incisivo della Serie A: 40 milioni per l’Inter

0
9

L’esterno sinistro conferma le attese di una grandissima stagione con un bottino numerico da brividi, ora è considerato ai vertici dell’intero movimento calcistico italiano tra campionato, Coppa Italia e Supercoppa

L’Inter ci aveva visto lungo. Sin dagli albori della sua carriera professionistica, a seguito della preparazione tra le file della formazione Primavera nell’ormai lontano 2016. Da allora sono trascorsi diversi anni, così come sono state altrettante le esperienze che il calciatore ha avuto modo di sperimentare nel cammino che lo ha portato a diventare un punto fisso della rosa di Simone Inzaghi.

Dimarco punta di diamante dell'Inter
Federico Dimarco ©LaPresse

Pensare che quando ha giocato tra le file di Ascoli, Empoli e Parma – senza neppure considerare la brevissima parentesi con la maglia del Sion da cui l’Inter lo ha riacquistato successivamente – Federico Dimarco era considerato poco più che un valido sostituto. Un’alternativa ai titolari, un ripiego per fare turnover. Poi qualcosa ha convinto al dirigenza nerazzurra a investire risorse su di lui. L’anno del prestito al Verona è stato il lancio ufficiale sui campi che contano, tanto da esser poi richiamato a gran voce nel luglio 2021 dallo stesso Inzaghi. Il resto è storia.

Utilizzato per lo più come esterno sinistro in combutta con Ivan Perisic, Dimarco ha preso parte a numerosi incontri stagionali fungendo da braccetto di sinistra della difesa a tre. Oltre alla grande duttilità difensiva, il calciatore è dotato di un’ottima corsa e buone doti tecniche che gli permettono di primeggiare anche in fase offensiva. E infatti, soprattutto in questa prima metà di stagione, ha dato prova delle sue enormi abilità registrando un record assoluto per l’intero panorama calcistico italiano. Stando alle statistiche, aggiornate a seguito dell’incredibile vittoria nel match di Supercoppa Italiana contro il Milan di cui lo stesso Dimarco è stato protagonista, il suo apporto alla manovra è stato il più incisivo in assoluto. Con 4 reti all’attivo e 3 assist, spicca persino su Theo Hernandez che per molti resta tra i terzini sinistri più promettenti dello scenario europeo.

Dimarco spacca in due il mercato, preziosissimo per l’Inter

Oggi Dimarco rappresenta dunque un importantissimo tesoretto per Giuseppe Marotta. Questo livello di prestazioni potrebbe garantire al club nerazzurro un bottino di almeno 40 milioni di euro in caso di immissione del suo cartellino sul mercato.

Dimarco prezioso per l'Inter
Federico Dimarco regge la Supercoppa Italiana ©LaPresse

Uno scenario probabile ma da escludere anche nei prossimi mesi. L’Inter perderà con ogni probabilità l’altro esterno Robin Gosens e non vuole precludersi la possibilità di trattenere un profilo rilevante come quello del biondino azzurro.