Lukaku, un pacco da restituire al Chelsea: il belga delude ancora

0
10

Lukaku è ancora troppo lontano dalla migliore condizione e sembra sempre più nervoso: ormai delude anche i compagni, che gli passano sempre meno la palla. Non ha più senso shignazzare quando il 90 sbaglia uno stop: la situazione è preoccupante

Anche per via del doppio problema muscolare alla coscia sinistra e della recente infiammazione al ginocchio, Big Rom è apparso pure ieri sera contro l’Empoli un giocatore senza slancio e utilità. Non ha più niente del bomber che aveva entusiasmato i tifosi interisti e conquistato lo scudetto con Conte: non corre, non lotta, non prova il tiro, non difende la palla, non trascina i compagni.

Lukaku delude ancora
Romelu Lukaku – interlive.it

Più volte Simone Inzaghi ha riferito di sperare di poter presto ritrovare il miglior Romelu Lukaku. I nerazzurri ne hanno bisogno per dare più peso e più goal all’attacco. Ma siamo già alla fine di gennaio e Lukaku delude ancora, come a inizio stagione. Ieri sera il mister piacentino lo ha inserito negli ultimi 13′ più recupero: una mossa disperata e inutile.

Ecco perché a Milano si ritiene che Lukaku sia un caso irrecuperabile: appare oggettivamente in pessime condizioni,  e da troppo tempo. Inoltre pare sempre meno lucido mentalmente. Naturale, quindi, che aumentino giorno dopo giorno i dubbi sulla sua permanenza.

Peggio di Lukaku per Inzaghi c’è solo Correa. Ma, paradossalmente, l’argentino, rispetto al belga, sta meglio e gode quindi di maggior fiducia da parte del suo allenatore. Ieri sera Inzaghi ha fatto partire il Tucu dal primo minuto. E, come prevedibile, l’argentino lo ha tradito ancora, con una prestazione impalpabile. Rimasto in campo 45 minuti, non ha combinato nulla: non ha mai provato un dribblig, non ha mai tirato. Forse solo Lukaku ha fatto peggio di lui, evitando anche di correre.

Ovviamente il belga ha avuto poco tempo a disposizione per mettersi in mostra. Ma se non può essere utile contro l’Empoli per spizzare palloni e far salire la squadra, qual è il ruolo dell’attaccante in quest’Inter?

Lukaku delude ancora: l’Inter ragiona sul suo destino

Il belga è apparso più spento del solito. Non ci ha messo nemmeno un po’ di grinta e non è riuscito a mostrare la sua potenza. La sua prestazione più che opaca è dunque un’ennesima brutta notizia per l’Inter, che deve già affrontare le tante sconfitte in campionato e il caso Skriniar.

Lukaku delude ancora
Romelu Lukaku – interlive.it

I numeri del belga, finora, sono fallimentari. Vittima di continui problemi fisici, sembra più una zavorra che un campione con cui risolvere la crisi di gioco e risultati. I tifosi parlano già di rottamazione. In effetti questo Lukaku non c’entra nulla con il Lukaku che si era visto in Italia prima del suo approdo al Chelsea. Allora il belga riusciva a travolgere le difese avversarie, esprimeva impeto e forza in ogni giocata, era capace di tiri potenti e scatti brucianti.

Nei giorni scorsi il mondo ha riso del suo primo tocco nella partita contro il Monza. La palla non stoppata finita in fallo laterale ha fatto sorridere prima Dzeko in panchina e poi tutti i tabloid e i siti inglesi. E a fine match, Beppe Bergomi, ex capitano dei nerazzurri, se n’è uscito con parole dure ma condivisibili che sanno di definitiva bocciatura. “Quando Lukaku è entrato contro il Monza, be’… era semplicemente imbarazzante. Non riusciva a tenere palla, sembrava spaventato. Non so a questo punto se è solo una questione relativa alle sue condizioni fisiche o anche mentale… Sembra che porti con sé quello che è successo ai Mondiali“.

Il futuro del belga

Riguardando la famosa intervista rilasciata l’anno scorso da Lukaku a Sky, vengono oggi molti pensieri. Il belga aveva ammesso di non essere felice allo Stamford Bridge e di desiderare un ritorno a San Siro. Eppure Romelu sembra a disagio anche a Milano, dove sta giocando in prestito.

Lukaku delude ancora
Lukaku – interlive.it

Finora, in questa stagione, ha segnato solo due gol e ha offerto prestazioni sempre di scarso impatto. Ai Mondiali ha dato il peggio di sé, sbagliando diverse grandi occasioni e condannando il Belgio all’eliminazione nella fase a gironi.

In estate, Lukaku tornerà al Chelsea, almeno formalmente. E il futuro è ancora poco chiaro. Se l’Inter dovesse scaricarlo, i Blues dovranno trovargli presto un’altra destinazione: magari in Spagna.