75 milioni di euro, triplo ‘scippo’ Milan all’Inter

Il Milan potrebbe prepararsi a sconvolgere i piani mercato dell’Inter con un triplo, inatteso scippo: tutto dipende dalla cessione eccellente che potrebbe finanziare i prossimi colpi rossoneri

ll Newcastle, dopo aver incassato il no per Barella dall’Inter, vuol far sul serio per Sandro Tonali. Il centrocampista del Milan sembra pronto a sfilarsi la maglia rossonera per approdare al bianconero della Premier League. Per il ricchissimo e ambizioso Newcastle, l’affare si può chiudere anche sopra i 75 milioni.

Pioli prova il triplo scippo all'Inter
Stefano Pioli (LaPresse) – interlive.it

Con i soldi in arrivo dalle Magpies, il Milan si prepara a giorni da protagonista nel microcosmo ormai poco rilevante del calciomercato italiano. Ecco perché si parla di un possibile triplo scippo all’Inter. Da tempo i rossoneri stanno conteggiando Marcus Thuram, obiettivo storico dei nerazzurri per l’attacco. Grazie alla nuova disponibilità economica, i rossoneri potranno di certo alzare l’offerta di ingaggio, superando lo scoglio dei 5 milioni a stagione.

Poi c’è Davide Frattesi: perdendo Tonali, e con 75 milioni in più in cassa, il Milan può superare l’Inter per quanto riguarda la corsa al centrocampista del Sassuolo. Davide Frattesi ha lasciato intendere di preferire la destinazione nerazzurra, ma al momento l’Inter non può muoversi (dovrebbe prima formalizzare una cessione).

Ecco la ragione per la quale i rossoneri sono al momento in vantaggio. Con 35 milioni (cash o in due rate) potranno, volendo insistere, assicurarsi l’interno di centrocampo seguito da tutti i maggiori club italiani.

Triplo scippo all’Inter: con i soldi di Tonali il Milan fa la parte del leone nel calciomercato italiano

E non è finita qui. O, meglio, c’è qualcuno che immagina una terza trattativa rossonera che potrebbe rovinare i piani interisti. La suggestione, già parecchio commentata sui social, è stata lanciata dalla Gazzetta dello Sport.

Il Milan cede Tonali in Premier
Sandro Tonali (LaPresse) – interlive.it

Abbiamo a che fare con una clamorosa indiscrezione, forse basata su un’altrettanto clamorosa idea per il mercato del Milan. Oppure, più semplicemente, è una provocazione: una delle tante notizie che i giornali sportivi veicolano d’estate come insinuazioni tese a far discutere. Ovviamente, è da escludere che la Gazzetta abbia intenti sobillatori.

Ecco cosa sostiene la rosea: il club rossonero sarebbe pronto a sfruttare i soldi in arrivo dalla cessione di Sandro Tonali al Newcastle per un assalto a Romelu Lukaku. Il centravanti belga, in prestito all’Inter nella stagione appena conclusa, rientrerà al Chelsea il 30 giugno, e il Milan, sempre secondo la Gazzetta, potrebbe provare ad acquistarlo a titolo definitivo.

Perché Lukaku non potrebbe mai andare al Milan

Magari il Milan si è lasciato davvero coinvolgere, come suggestione appunto, dall’idea di poter dar fastidio all’Inter. E forse i nuovi dirigenti e Pioli nutrono sincero rispetto sportivo per Lukaku: senza dubbio lo apprezzano come centravanti.

Lukaku: "Mai al Milan"
Romelu Lukaku (LaPresse) – interlive.it

Che il belga possa però passare al rossonero suona davvero poco credibile. Innanzitutto, il Milan ha già tanti altri obiettivi in attacco. Sì, hanno bisogno di un centravanti, e forse stanno davvero trattando per arrivare a un attaccante del Chelsea. Ma il giocatore che interessa non è Lukaku. Piace di più Christian Pulisic.

Inoltre, per politica societaria, il Milan non vuole pagare i suoi tesserati sopra i 7 milioni (limite assoluto, che corrisponderà al nuovo stipendio di Leao). E, Lukaku, prende di più. Poi c’è dell’altro: i rossoneri puntano ad acquistare Frattesi, e per farlo dovranno spendere metà dei soldi incassati per Tonali. Ne resteranno dunque pochi per completare il mercato, e non sarebbe dunque il caso giocarseli tutti per il belga.

L’ultimo, fondamentale, motivo è che Big Rom non prenderebbe mai in considerazione un trasferimento al Milan. Lo ha confermato un anno fa, mentre era al Chelsea. “Giocheresti mai per la Juventus o per il Milan?“, gli domandò l’intervistatore. “Mai. Mai“, rispose Lukaku, con un’espressione seria e convinta come la morte.

Impostazioni privacy