Telefonata di Galliani, l’affare ora è a un passo

Galliani potrebbe aver già vinto tutti i possibili concorrenti con una telefonata. L’ex dirigente del Milan sa come si fa

E lo ha fatto anche per Roberto Gagliardini. Si vocifera infatti di una lunga telefonata fra il settantottenne Adriano Galliani e il centrocampista ex Atalanta, e ormai anche ex Inter. E si dice appunto che Gagliardini si sia già convinto: sarebbe pronto a vestire la maglia del Monza nella prossima stagione.

Galliani prende Gagliardini a zero
Galliani, CEO del Monza (LaPresse) – interlive.it

Nelle ultime ore, il suo agente Beppe Riso ha voluto negare ogni possibile voce di mercato, ribadendo che è presto per scegliere. “Non c’è nulla“, ha dichiarato Riso. Ma è davvero così? In realtà pare che il suo assistito Gagliardini abbia invece già chiaro cosa fare, almeno per i prossimi dodici mesi. Sarebbe stato persuaso, come riporta SkySport, da una telefonata partita dall’ufficio dell’amministratore delegato dei brianzoli.

Ieri, il procuratore era stato pizzicato da alcuni giornalisti in un hotel del centro a Milano. Qualcuno aveva parlato di un contatto con la dirigenza del Milan. Altri, azzeccandoci, avevano tirato in ballo il Monza della famiglia Berlusconi.

Galliani convince Gagliardini con una telefonata: il centrocampista si avvicina al Monza

Dopo più di sei anni in nerazzurro, Gagliardini si prepara dunque a una nuova sfida. Per l’ex atalantino, l’Inter sarà un ricordo importante per il resto della vita. E parecchi tifosi interisti non potranno scordarsi di Gagliardini e di quell’incredibile goal sbagliato nel corso del secondo tempo di Inter-Sassuolo nel giugno del 2020. E che dire di quando, ultimamente, avrebbe potuto segnare il 3-0 nell’andata della semifinale di Champions League contro il Milan, ma ha deciso di non calciare in porta?

Gagliardini, accordo con il Monza
Gagliardini (LaPresse) – interlive.it

Il ventinovenne ha giocato più di centocinquanta partire con l’Inter. E l’ha messa dentro sedici volte. All’inizio non è stato tanto male. Con Pioli e con Spalletti ha fatto il suo. Poi si è perso, e si è dimostrato spesso non all’altezza o addirittura svogliato. Ha detto addio ai colori nerazzurri anche Danilo D’Ambrosio, ma i support interisti serberanno un ricordo molto più dolce del jolly di difesa.

Pare che D’Ambrosio abbia già ricevuto un’offerta dagli arabi. E che negli ultimi giorni sia stato contattato anche dai Turchi. Finora il difensore ha rifiutato ogni interlocuzione, sperando di poter rinnovare con l’Inter. Ora comincerà a guardarsi intorno, preferendo le mete italiane.

Via anche Gagliardini, Handanovic, Dalbert, D’Ambrosio e Bellanova

Dopo Dzeko, Gagliardini potrebbe essere quindi il secondo svincolato interista a legarsi con una nuova squadra. Dalbert sembra aver trovato casa in Brasile, ma non è ancora certo sul contratto, e quindi resta in bilico. Il laterale sinistro ex Nizza è stato offerto dai suoi procuratori a diversi club sudamericani. Lui vorrebbe trovare un accordo con il Vasco da Gama o il Fluminense. Sarà comunque complicato, perché Dalbert è fermo da luglio dello scorso anno, quando si ruppe il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro.

Gagliardini svincolato dall'Inter
Gagliardini (LaPresse) – interlive.it

Raoul Bellanova è sempre più vicino a vestire la maglia del Torino. Beppe Marotta avrebbe voluto confermarlo, ma i granata hanno messo sul piatto 8 milioni di euro più due di bonus.

Bellanova dovrebbe legarsi al Toro con un quinquennale o con un contratto fino al 2027 con opzione unilaterale per il prolungamento. Sempre il Toro starebbe per chiudere anche per Pasquale Mazzocchi, che è stato a lungo un obiettivo interista. Come riporta Calciomercato.com, la Salernitana potrebbe vendere l’esterno a 7 milioni.

Resta in bilico fino all’ultimo anche Handanovic. Con la partenza di Onana, l’Inter vorrebbe prendere il giovane Trubin ma affiancandogli un portiere più esperto. Si sono fatti appunto i nomi di Keylor Navas, Sommer, Ochoa e Lloris. Tuttavia, in Viale della Liberazione sta prendendo sempre più quota la possibilità di rinnovare il contratto a Samir Handanovic. Chi meglio di lui per fare da chioccia al gigante ucraino?

Impostazioni privacy