Operazione conclusa: visite e firma in sede

Si stanno svolgendo le visite mediche e, fra poco, arriverà anche la firma sul contratto in sede, con scadenza al 2024 e opzione per altra stagione: l’operazione è già conclusa

Tutto fatto. Svincolatosi dall‘Inter, il calciatore ha già trovato una nuova squadra. Sono bastati un paio di giorni per trovare il definitivo accordo per una trattativa che, sotterraneamente, andava avanti da mesi. Il giocatore sapeva che non avrebbe continuato con il club nerazzurro e aveva già una sua preferenza.

L'ex Inter firma per un nuovo club
Firma con la nuova squadra: addio all’Inter (LaPresse) – interlive.it

Roberto Gagliardini sta per diventare tramite firma in sede e visiti mediche ufficiali un nuovo giocatore del Monza: l’operazione si è conclusa nel migliore dei modi per il centrocampista ex Inter. Gagliardini ha deciso dunque di ripartire da una squadra di metà classifica, e in una città non troppo lontana da Milano, come aveva fatto anche Ranocchia l’anno scorso, prima del ritiro.

Il Monza di Galliani e Raffaele Palladino puntava da tempo sul centrocampista ex Atalanta. L’idea del club brianzolo è quella di avere in formazione almeno un paio di giocatori di grande esperienza per poter aiutare i giovani a esprimersi meglio.

Visite e firme: Gagliardini al Monza, operazione conclusa

Dunque, dopo alcune settimane di voci, insinuazioni e classiche notizie da fantacalciomercato (si parlava anche di un possibile interesse da parte di Milan e Lazio), l’operazione può dirsi felicemente conclusa per i brianzoli: Roberto Gagliardini si sottoporrà alle visite mediche di routine e metterà poi la sua firma su un contratto fino al 2024 con opzione per un altro anno.

Gagliardini firma per il Monza
Gagliardini saluta l’Inter con un fallaccio da espulsione contro il Napoli (LaPresse) – interlive.it

Così l’interno di centrocampo è diventato un nuovo tesserato del Monza. Una squadra in cui potrà esprimere le proprie doti, sperando per i brianzoli che non sbagli troppi goal a porta vuota…

Scherzi a parte, il ventottenne Gagliardini può dirsi un centrocampista tatticamente utile e di elevata esperienza in Serie A. In carriera ha vinto uno Scudetto, due Coppe Italia e due Supercoppe Italiane. E ha collezionato anche 7 presenze in Nazionale maggiore.

Cresciuto nell’Atalanta, squadra della sua città natale, fu promosso in prima squadra per la prima volta nella stagione 2013-14. A gennaio 2014 passò in prestito al Cesena, chiudendo la stagione con 21 presenze, di cui 16 da titolare, e una rete, e con la squadra promossa nella massima serie.

Addio all’abbaglio da 22 milioni

La stagione successiva giocò di nuovo in Serie B, ancora in prestito, allo Spezia. L’anno dopo passò al Vicenza, ma con opzione di acquisto. Nel 2016 ci fu il ritorno a Bergamo. Nella prima metà della stagione successiva, divenne un titolarissimo della formazione allenata da Gasperini, segnalandosi come giovane centrocampista fisico e tatticamente prezioso.

Gagliardini firma con il Monza
Ciao Gaglia! (LaPresse) – interlive.it

In realtà, il ragazzo aveva giocato in tutto una decina di partite buone. L’Inter si lasciò però intrigare dal possibile affare e lo prese nel gennaio 2017 con la formula del prestito con obbligo di riscatto. Prezzo? 22 milioni in tutto. Doveva essere un sostituto di Felipe Melo, di cui ereditò anche la maglia numero 5. Le prime uscite con l’Inter del bergamasco furono positive. Poi il rendimento cominciò a calare, anche per via dello stato di forma poco brillante di tutta la squadra.

Con i nerazzurri di Milano, Gagliardini ha disputato più di 150 gare e ha segnato 16 goal. Le prime due stagioni all’Inter (con Pioli e Spalletti) sono state più o meno positivi. Dal 2019 in poi, cioè dall’arrivo di Conte, è iniziato un lungo declino. In tutte le stagioni passate in nerazzurro ha sempre trovato spazio. Anche nell’ultimo campionato, durante il quale si è lamentato pubblicamente per lo scarso utilizzo, è sceso in campo in Serie A ben 19 volte.

Grazie per questi anni assieme… meravigliosi, intensi: un privilegio far parte di questa famiglia!“, ha scritto Gagliardini su Instagram, per salutare l’Inter. “Grazie per avermi aiutato a crescere in campo e fuori. Grazie a tutti per questo viaggio incredibile!“. Ricambiamo. In termini di impegno, il suo, Gagliardini lo ha fatto. Tranne in quest’ultima stagione, durante la quale è apparso spesso svagato e svogliato.

Impostazioni privacy