Salta il colpo (a zero): 20 milioni l’anno, vola in Arabia

L’offerta da 20 milioni all’anno dall’Arabia ha fatto colpo sul centrocampista, e così per l’Inter sfuma la possibilità di un affare a zero fra dodici mesi

Il buon Milinkovic-Savic, probabilmente, farebbe di tutto pur di svincolarsi dalla morsa di Lotito. Meglio se quel tutto può essere declinato attraverso il sì a un’offerta contrattuale da 20 milioni all’anno, ovviamente.

Marotta rinuncia a Milinkovic-Savic
Beppe Marotta, ad dell’Inter (LaPresse) – interlive.it

Come vi raccontavamo qualche giorno fa e come confermato da calciomercato.it, Milinkovic-Savic è vicino a trasferirsi in Arabia. Si parla di una chiusura possibile della trattativa in meno di due giorni. Conteso da Juve e Inter, alla fine Sergej Milinkovic-Savic potrebbe davvero scegliere l’Arabia Saudita. Nelle ultime ore si sarebbe infatti sbloccato qualcosa, con un’apertura del serbo all’Al-Hilal.

Gli agenti del centrocampista, soddisfatti dalle prospettive di ricchissime commissioni, starebbero spingendo per convincere il Sergente a sciogliere le ultime riserve. L’impressione generale è che l’affare si possa concludere positivamente per i sauditi. E anche velocemente.

Il giocatore, da parte sua, appare abbastanza intrigato dalla possibilità di guadagnare 20 milioni di ingaggio annuo in Arabia Saudita. E la Lazio, ovviamente, si sfrega le mani pensando di poter vendere un tesserato all’ultimo anno di contratto a 35-40 milioni. Secondo calciomercato.it, persone vicine al giocatore avrebbero già lasciato intendere che il Sergente sia propenso ad accettare. “Dopo gli ultimi sviluppi della giornata di ieri, gli aspetti economici sono stati limati e si attende solo il sì definitivo del serbo“, si legge sul sito.

20 milioni all’anno per convincere Milinkovic-Savic: il centrocampista vola in Arabia

Il serbo, obiettivo dichiarato della Juve e nel mirino di Marotta come possibile colpo a zero per l’anno prossimo, potrebve dunque salutare presto l’Italia. Tanti esperti di calciomercato lo danno ormai a un passo dal trasferimento in Arabia. Economicamente, il centrocampista non potrebbe essere più soddisfatto: l’Al-Hilal, per portarselo subito in Arabia, gli ha presentato un’offerta di 20 milioni di ingaggio annui per tre stagioni.

Milinkovic-Savic verso il sì agli arabi
Sergej Milinkovic-Savic (LaPresse) – interlive.it

Per il cartellino, gli arabi hanno invece sottoposto a Claudio Lotito la cifra da lui desiderata, vale a dire 35 milioni più bonus (40 milioni, in pratica). Pare che Milinkovic abbia aspettato sino all’ultimo un’offerta da parte della Juve. I bianconeri hanno alzato le mani: non hanno trovato i fondi per convincere il presidente biancoceleste (pur riuscendo a piazzare Pogba proprio in Arabia, potrebbero incassare al massimo una decina di milioni).

Per mesi si è raccontata la novella secondo cui il serbo si fosse promesso ad Allegri. E che Lotito fosse stato praticamente messo spalle al muro. Evidentemente non era proprio così. Il presidente della Lazio è il vero vincitore di questa lunga guerra fredda. Si è privato di un giocatore che ormai aveva perso la voglia di giocare a Roma ricavando il massimo, e senza rinforzare le avversarie.

Putroppo per gli juventini, è andata così: l’impossibilità di accontentare Lotito ha frenato la Juventus e di conseguenza spinto Milinkovic-Savic a prendere in seria considerazione la concomitante offerta multimilionaria arrivata dall’Arabia.

Pretendenti italiane a bocca asciutta: vince Lotito

Davvero il Sergente ha rotto tutti gli indugi? Pare proprio di sì. Dopo un’ultima serata di riflessione, il centrocampista avrebbe deciso di accettare i 20 milioni per trasferirsi all’Al-Hilal. Nulla è ancora nero su bianco. Quindi, potrebbero anche sorgere dei clamorosi capovolgimenti. Be’, è complicato… davvero è possibile immaginare che uno come Lotito possa lasciarsi sfuggire un’occasione così ghiotta?

Milinkovic-Savic intrigato dai milioni sauditi
Milinkovic-Savic verso l’Arabia (LaPresse) – interlive.it

Le pretendenti italiane resteranno a secco, com’era da un po’ di tempo facile ipotizzare. La Juve paga la supponente strategia che l’ha portata a tremare troppo a lungo nell’ombra, indispettendo Lotito e alla fine lo stesso Milinkovic-Savic.

L’Inter si era già chiamata fuori acquistando Frattesi (e sarebbe potuta ritornare in gioco solo nel caso di una dolorosa cessione di Barella in Premier). Quanto al Milan, i rossoneri hanno chiacchierato molto senza mai affondare. Il Napoli, invece, si era informato e aveva messo sul piatto uno fra Zielinski e Politano. Poi è arrivato l’Al-Hilal. E la telenovela serba è finita.

Impostazioni privacy