Lukaku a titolo definitivo, rilancio Inter: le cifre

Per Lukaku a titolo definitivo c’è già una dead-line fissata a lunedì: i Blues hanno concesso un po’ di tempo al belga per trovarsi squadra, ma con ultimatum previsto per l’inizio della prossima settimana 

L’Inter è pronta al rilancio cruciale per Lukaku: l’obiettivo, ora, non è più il prestito oneroso ma l’acquisto a titolo definitivo. Il Chelsea, nel frattempo, ha concesso a Lukaku una sorta di esonero speciale. Il belga potrà unirsi al resto del gruppo allenato da Pochettino in ritardo. Limite massimo, lunedì 17 luglio.

Lukaku, lunedì giorno chiave
Romelu Lukaku (LaPresse) – interlive.it

La concessione, più o meno rivelatoria di intenti, rinnova il valore dell’ipotesi di un addio veloce. Va da sé: il club londinese non potrà certo permettere al centravanti di ignorare ab libitum l’obbligo di presentarsi in ritiro. Ecco perché c’è un ultimatuum, corrispondente al prossimo lunedì.

Il problema è che l’Inter, al momento, non ha i soldi per l’assalto e non ha neanche intenzione di pagare i 45 milioni pretesi dal Chelsea. Si tratta dunque di limare in qualche modo la distanza tra domanda e offerta. Simone Inzaghi preme per il ritorno dell’attaccante e Zhang sembrerebbe pronto a uno sforzo economico ma solo a condizione di un’uscita certa: quella di Onana.

Marotta e Ausilio vivono con nervosimo lo scorrere del tempo. Seguitano a stare incollati ai telefonini. Tocca rimanere in costante contatto con i dirigenti dei Blues e l’avvocato di Lukaku. Big Rom, da parte sua, aspetta in silenzio: ha chiarito in tutti i modi possibili di volere solo l’Inter.

Si dice che lo abbia fatto rifiutando la corte del Milan, ignorando le proposte milionarie dei sauditi e i tentativo, più teorico che pratico, di inserimento da parte della Juve. Ma è davvero così? Alcune voci (vedi Zazzaroni) credono che in realtà Lukaku (o chi per lui) non abbia affatto chiuso alla Juventus. Secondo questo tipo di narrazione, ancora senza conferme, sarebbe in atto un acceso scontro di mercato tra Inter e Juventus per Romelu Lukaku. E a spuntarla sarà chi riuscità a cedere per prima gli esuberi e mettere insieme la cifra pretesa dai Blues.

Il Chelsea non farà sconti. L’idea è che possa scendere fino a 40 milioni. L’Inter, invece, proverà a dimostrare buona volontà e serietà, spingendosi finalmente oltre la barriera dei 30 milioni. Orientativamente, la quota massima per l’acquisto a titolo definitivo di Lukaku per i nerazzurri è di 35 milioni. Ma prima, ovviamente, deve per forza uscire Onana.

Lukaku a titolo definitivo: la formula pensata dai nerazzurri

I 35 milioni potrebbero essere articolati in parte fissa e bonus. E proprio i bonus potrebbero fare la differenza: Marotta vorrebbe aggiungere 5 milioni alla base già ventilata, soldi che i nerazzurri corrisponderebbero ai Blues in caso di raggiungimento dei quarti di Champions o dello Scudetto.

Marotta: offerta per Lukaku
Marotta (LaPresse) – interlive.it

Il tempi stringe. Storto o morto, lunedì Romelu dovrà raggiungere il resto della squadra in Inghilterra e incontrare mister Pochettino. Lukaku non ne ha affatto voglia e sembra abbastanza rigido sulla propria posizione. Ha deciso di non voler mai più avere a che fare col Chelsea, nemmeno per un giorno solo, lunedì o domenica che sia.

Per questo il centravanti avrebbe chiesto ai nerazzurri di rilanciare subito, giurando amore eterno alla squadra che ha abbandonato nel 2021 e dichiarando di essere disponibile a tagliarsi di un milione lo stipendio.

Che dire? Romelu Lukaku, malgrado gli errori passati e certe promesse da marinaio che certi tifosi si sono segnati nel libro nero, ha mostrato apertamente cosa vuole, e proprio questo suo atteggiamento potrebbe irrigidire i Blues. Il bomber belga si è compromesso con il suo no al Chelsea e facendo sapere a tutti, amici, ex compagni e nemici, che non tornerà per il ritiro di Cobham. O Inter o muerte. O quasi…

Big Rom ha scelto l’Inter: patto di ferro con Marotta e Inzaghi

La negoziazione è ancora in atto. E l’obiettivo è quello di chiudere la trattativa entro questa settimana, evitando conflitti e imbarazzi, scontri diplomatici e figuracce. L’avvocato Ledure, durante un incontro telefonico di pochi giorni fa, ha saputo che i Blues vogliono 40 milioni. Sono quindi scesi di 5 rispetto alla prima richiesta. Ed è già qualcosa.

Lukaku non si unisce al ritiro dei Blues
Lukaku (LaPresse) – interlive.it

Per l’acquisto a titolo definitivo di Lukaku presto potrebbe dunque arrivare il tanto evocato rilancio nerazzurro: l’importo supererà la famosa quota 30? Sembra molto probabile. Come anticipato, non dovrebbe cambiare la parte fissa: la parte variabile, sotto forma di bonus legati ai risultati sportivi, primo tra tutti lo scudetto, farebbe lievitare l’offerta intorno ai 35 milioni.

Il belga potrebbe andare incontro a Zhang spalmando il suo contratto nerazzurro fino al 2027 e riducendosi lo stipendio da 8,5 a 7,5 milioni l’anno. Si attende, per definire tutto, la cessione di Onana al Manchester United. Senza, l’affare Lukaku resta bloccato. E non ci sono grossi margini temporali per contrattare ancora. Neppure sarà possibile “ricattare” il Chelsea sfruttando la rigidità del belga. I londinesi sono anche pronti a tenerlo per l’intera stagione fuori rosa.

Sono ore di attesa, per tutti. Il Chelsea aspetta l’Inter. L’Inter aspetta il Manchester United. Lukaku aspetta solo la mossa decisiva di Zhang e dei suoi dirigenti. E Inzaghi aspetta che Big Rom partecipi da subito al ritiro nerazzurro… Come andrà a finire?

Impostazioni privacy