Sommer-Inter, ‘segnale’ negativo dal Giappone: le ultime

Il portiere svizzero è il prescelto per sostituire Onana ceduto al Manchester United. Audero se lo Shakhtar non cala le pretese per Trubin

Un attaccante e un portiere, restano sempre queste le priorità dell’Inter in questo calciomercato estivo. Il tempo stringe, manca meno di un mese all’inizio del campionato, e per entrambi i ruoli la situazione è in salita. Lo è per Balogun, il preferito per completare il reparto offensivo, lo è per Sommer che i nerazzurri hanno scelto come erede di Onana.

Sommer-Inter, la situazione
Yann Sommer (LaPresse) – interlive.it

Marotta e Ausilio hanno raggiunto un accordo di massima con l’elvetico, sulla base di un contratto biennale con opzione, ma vogliono spendere meno dei 6 milioni fissati come prezzo della clausola. L’ostacolo grosso, però, è un altro: ovvero il sostituto di Sommer.

Se il Bayern non prende un rimpiazzo del nazionale svizzero, non potrà liberare l’ex Borussia M’Gladbach in direzione Inter. In tal senso, proprio dal Giappone dove l’Inter e i bavaresi sono in tournée, non giungono buone notizie. Sommer è stato infatti schierato titolare da Tuchel nella formazione che affronta il Manchester City di Guardiola.

Ciò non rappresenta un bel ‘segnale’ per l’Inter, con lo sbarco di Sommer in nerazzurro che rischia così di slittare ulteriormente.

Difficoltà ancor più enormi ci sono poi per Trubin, considerato che lo Shakhtar chiede sui 30 milioni. Qualora gli ucraini non dovessero ammorbidirsi, ecco che la dirigenza interista virerebbe con decisione su Audero, che la Sampdoria vuole cedere per liberarsi del suo ingaggio. Con Tinti, il suo agente, il dialogo è costante, con l’Inter che proverebbe a chiudere sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto.

Impostazioni privacy