Cessione in dirittura d’arrivo: sfiderà l’Inter in Serie A

L’attaccante nerazzurro apre alla cessione, potrebbe giocare in A: si scontrerà presto con gli ex compagni e sfiderà il suo passato? 

Per i gialloblù allenati da Marco Baroni potrebbe essere in dirittura d’arrivo il promettente Sebastiano Esposito. Il Verona è infatti molto vicino a prendere l’attaccante classe 2002 di proprietà dell’Inter. Il giovane nerazzurro, reduce dalla stagione in prestito al Bari in serie B, avrebbe dato il proprio assenso di massima all’ennesima esperienza in prestito, chiedendo però un altro paio di giorni per poter ascoltare altre proposte. L’attaccante

Cessione attaccante nerazzurro
Simone Inzaghi (LaPresse) – interlive.it

Il campioncino nerazzurro potrebbe accettare dunque la cessione per misurarsi con un club di Serie A: il 7 gennaio 2024 sfiderà i vecchi compagni da avversario? Non è ancora detto. Anche perché sul ragazzo ci sono ancora il Bari e la Sampdoria.

Ciò che è sicuro è che Sebastiano Esposito non sarà la quarta punta della squadra nerazzurra per la stagione 2023-2024. Molti tifosi, specie i più romantici (quelli che amano le storie del canterano che esplode fra i grandi), avevano di certo vagheggiato su una permanenza del ragazzo, magari al posto di Joaquin Correa. E qualcuno si era illuso dopo il suo goal al PSG in amichevole, durante la tournée giapponese, che il giovane avesse potuto convincere Inzaghi.

Il punto è che il secondo degli Esposito non ha ancora dimostrato di essere un attaccante affidabile per una squadra come l’Inter. Finora, in prestito, non ha quasi mai brillato. L’unica esperienza grossomodo positiva è stata l’ultima, quella a Bari, dove in 15 presenze totali è andato a segno 5 volte, dimostrando di poter essere sempre pericoloso e, soprattutto, più disposto a impegnarsi.

È infatti proprio l’impegno la nota dolente fra le skill di un giovane attaccante dignitoso dal punto di vista tecnico e fisico. Al Basilea, a Venezia e in Belgio, Sebastiano si è distinto soprattutto per comportamenti indisciplinati, scarsa propensione a rendersi utile alla squadra e incostanza.

Esposito, cessione in prestito in A: sfiderà l’Inter con l’Hellas Verona

L’Inter spera che il ragazzo possa dimostrare di essere maturato. Per farlo Esposito dovrà trovare innanzitutto la titolarità e farsi dunque apprezzare dal nuovo mister e dai compagni. Per l’Inter sarebbe meglio proporlo in A, ai veronesi. Ma il ragazzo potrebbe anche rinunciare spaventato dalla concorrenza.

Esposito verso il Verona
Sebastiano Esposito (LaPresse) – interlive.it

Nel Verona dovrebbe giocarsela con Cyril Ngonge, Thomas Henry (attualmente infortunato), Kevin Lasagna, Milan Djuric e Jayden Braaf. O in alternativa dovrebbe riciclarsi come attaccante esterno, dato che gli scaligeri, con l’arrivo di mister Marco Baroni, giocheranno spesso con il 4-3-3 o il 4-2-3-1.

Pur essendo ancora un ragazzo, Sebastiano Esposito è costretto a trascinarsi dietro un pesante sudario di pregiudizi. Di lui si continua a dire già da troppo tempo che ha il talento e i numeri per diventare davvero forte. Gli si imputa tuttavia la mancanza di umidità e di “testa”. Tutti sperano che maturi. Baronio può essere l’uomo giusto?

Lo voleva anche Ranieri al Cagliari e continuano a ricercarlo a Bari e alla Sampdoria. Per ora l’Inter sembra più propensa a prestarlo all’Hellas, forse sperando che il giovane possa sentirsi responsabilizzato. Sarà comunque il ragazzo a dedicere. Protrebbe infatti anche scegliere di tornare in Puglia, o di trasferirsi alla corte di Pirlo, per ricercare maggiori possibilità di titolarità.

Esposito ha esordito con la maglia nerazzurra a sedici anni, nel marzo 2019, nella partita di ritorno di Europa League contro l’Eintracht Francoforte. In questo modo è diventato il più giovane di sempre a partecipare a una partita di una competizione europea per il club.

La carriera del Golden Boy di Castellammare di Stabia

Nell’ottobre 2019, ha esordito pure in Champions League sostituendo Romelu Lukaku contro il Borussia Dortmund , diventando il primo giocatore nato nel 2002 e il secondo più giovane di sempre per il club a disputare una partita di Champions League, dopo Giuseppe Bergomi.

Esposito verso il Verona
Esposito con la maglia del Bari (LaPresse) – interlive.it

Nel dicembre 2019 Esposito ha segnato il suo primo goal con l’Inter: il rigore nel 4-0 casalingo contro il Genoa. Poi, a giugno 2020 è stato nominato per il premio Golden Boy .

Nel 2020 è andato in prestito alla SPAL dove ha giocato poco e male. A metà anno è passato al Venezia, senza distinguersi in positivo. Nel luglio 2021 è stato ceduto in prestito al Basilea, con opzione di acquisto. E a fine stagione il Basilea ha deciso di non esercitare l’opzione. In Svizzera ha giocato 39 partite segnando un totale di 9 goal. 

Nel luglio 2022, Esposito è passato in prestito all’Anderlecht, finendo subito ai margini. Poi il 31 gennaio 2023 si è trasferito in prestito al Bari in Serie B .

Impostazioni privacy