I tifosi dell’Inter lo ‘scaricano’ subito: “Rimandatelo a casa”

Prima in nerazzurro per Yann Sommer, e i tifosi storcono il naso: tutti già scaricano lo svizzero. Le reazioni social

Non è stato il più felice degli esordi quello di Yann Sommer contro il Salisburgo. Quattro goal incassati, due vistose papere, un paio di uscite completamente cannate e un fallo da rigore. Calma: lo svizzero aveva un mucchio di attenuanti.

Tutto fatto per Sommer
Sommer, il nuovo portiere dell’Inter (Instagram) – interlive.it

Era appena arrivato a Milano, Yann. Mezzo allenamento e se lo sono portati in Austria per farlo giocare titolare contro il Salisburgo. Non conosce ancora i compagni, ha giocato sotto il diluvio universale e ha dovuto far fronte a una serie di errori allucinanti da parte della difesa interista.

Ma i tifosi dell’Inter non perdonano e sono subito pronti a sfottere e a criticare, senza pietà: in tanti lo scaricano, altri rimpiangono Handanovic. Su X, durante l’amichevole fra l’Inter e gli austriaci, tantissimi utenti hanno voluto criticare l’acquisto del nuovo acquisto dell’Inter. Sommer è già un caso?

Gli interisti twittano: “Questo ci farà rimpiangere Handanovic!“. “Bel piedino, Sommer“. E ancora: “Più che Sommer questo è Winter“. “Era meglio prendere Neuer rotto secondo me“… I più categorici twittano: “Rimandiamolo subito a casa“, “Non ci posso credere che abbiamo buttato il sangue per prendere un Handanovic 2.0“. “È un film dell’orrore?“, si è interrogato un utente al secondo goal del Salisburgo. Poi l’offesa fisica: “Gli mancano dei centimetri“. E qualcuno si domanda: “Ma sicuri che sia del mestiere questo?

I tifosi nerazzurri già scaricano Sommer: “Ma è del mestiere questo?

In effetti non è andata benissimo. La partenza è stata assai complicata per la difesa. Pronti, via e al 4’ l’arbitro ha concesso un penalty agli austriaci per un fallo di Sommer (dal dischetto Konate decide di sparare in cielo).

Sommer esordio contro il Salisburgo
Sommer (LaPresse) – interlive.it

Sempre Konate non ha sbagliato un minuto più tardi, quando ha messo dentro il vantaggio da fuori area dopo un’uscita assurda del portiere ex Bayern Monaco, che è uscito con i piedi, è inciampato, ha toccato con le mani fuori area e ha poi servito gli avversari lasciando la porta vuota.

La squadra di Inzaghi ha trovato il pareggio con l’autorete di Pavlovic al 9’, poi al 25’ de Vrij ha segnato l’1-2. Dieci minuti e Sommer si è lasciato sfuggire la palla in presa alta. Corner, e sempre Konate prontissimo al tap-in di testa da due passi. Al 43’ l’Inter è tornata avanti, con il colpo di testa di Correa. Poi nella ripresa il caro Sommer ha subito pure il 3-3. Impalato, ha lasciato che Baidoo segnasse senza opposizione minima.

Al 70’ è arrivato un altro errore difensivo dei nerazzurri. Bisseck ha commesso fallo e c’è stato un altro calcio di rigore per gli austriaci. Dal dischetto stavolta si è presentato Simic, anche lui negato dagli undici metri. Nel finale l’Inter ha messo dentro il 3-4 con Sensi. Sensi: il migliore in campo. E il peggiore? Noi abbiamo votato, senza livore e preconcetto, per Sommer.

Sì, in tanti hanno già criticato Sommer. Stupidamente: la carriera del portiere austriaco parla da sé, e non c’è dunque rischio di aver preso un abbaglio. L’ex Bayern Monaco è forte. E infatti, in contrasto ai vari brontoloni e hater, un sacco di voci si sono levate in sua difesa. Era la prima. Ed era frastornato, lo svizzero. Non ha senso giudicarlo così frettolosamente. Non si fa. Pare brutto.

Giustissimo. Ma sorge spontanea una domanda: che cosa deve fare allora un tifoso? Supportare acriticamente la squadra? Evitare di esprimere giudizi negativi e impressioni? Censurare ogni ironia? Su… non esageriamo. Sommer ha sbagliato quasi tutto. Non va certo condannato. Ma non va neanche difeso a spada tratta come fosse un bambino di cinque anni alla prima partita davanti ai genitori.

Impostazioni privacy