Nuova idea per l’attacco interista: c’è il problema ingaggio

Potrebbe arrivare per 10 milioni, ma a spaventare è l’ingaggio: la nuova idea per l’attacco del mercato interista è abbastanza complicata

La dirigenza nerazzurra non è riuscita ancora a concludere il casting per trovare un nuovo attaccante. Si accavallano i nomi: ogni giornale propone un obiettivo, svelando o immaginando quelli che potrebbero essere i piani dell’Inter. E, secondo alcuni analisti, la nuova idea interista, dopo Taremi e Arnautovic, potrebbe portare a richiedere un giocatore al Bayern Monaco.

Un attaccante che piace a Inzaghi
Inzaghi: nuova idea per l’attacco interista (LaPresse) – interlive.it

L’obiettivo sarebbe Choupo-Moting. Attaccante tedesco naturalizzato camerunense. Il trentaquattrenne ha iniziato la sua carriera con l’Amburgo, debuttando in Bundesliga nell’agosto 2007. Nel 2009-10 è stato in prestito all’FC Nürnberg e nel 2011 è passato al Mainz. Dopo tre stagioni con il Mainz, è stato preso dallo Schalke 04. Ed è proprio qui che Choupo-Moting ha forse disputato le sue gare migliori.

Lo ha voluto lo Stoke City, e così nell’agosto 2017 l’attaccante è passato in Premier League. L’anno dopo ha deciso però di trasferirsi al Paris Saint-Germain. E proprio nel PSG, nell’aprile 2019, il caro Choupo si è reso protagonista di uno degli errori più grotteschi della storia del calcio: Christopher Nkunkustava aveva tirato la palla in porta, e la sfera stava per oltrepassare la linea di porta, quando Choupo-Moting ha tentato di toccarla con il piede sinistro per farsi assegnare la rete, con l’effetto di deviarla contro il palo.

Svincolato dopo due stagioni, Choupo è tornato in Germania, legandosi al Bayern Monaco. La situazione è chiara: pur avendo da poco rinnovato con i bavaresi ora il camerunese è di troppo. È arrivato Kane, e Thomas Tuchel non è mai stato un fan di Choupo-Moting. Ecco perché, secondo La Gazzetta dello Sport, i nerazzurri potrebbero provare ad approfittare di questa situazione.

La nuova idea interista: si tenta la pista Choupo-Moting?

Il tedesco-camerunese ha trentaquattro anni, come Arnautovic, e tatticamente è la punta che piace a Inzaghi. Il Bayern lo valuta attorno ai 10 milioni di euro, anche se non è detto che Choupo-Moting voglia lasciare il club.

Choupo-Moting, idea per l'attacco
Choupo-Moting (LaPresse) – interlive.it

È un attaccante esperto e tecnico, abituato a certi palcoscenici e dal fisico imponente. Potrebbe insomma sostituire Lukaku senza rivoluzionare l’idea di gioco dell’allenatore. Ma trentaquattro anni non sono pochi. E, la scorsa stagione, il camerunense ha avuto a che fare con problemi alla schiena e poi al ginocchio: è stato fermo da aprile a maggio. Dubbi sulla tenuta fisica ci sono…

A livello economico l’operazione sembra meno onerosa rispetto ad altri obiettivi, vecchi e nuovi: costa meno di Morata, Beto, Taremi e pure Arnautovic. Potrebbe davvero bastare una decina di milioni di euro per strapparlo al Bayern. In pratica Marotta potrebbe risparmiare pure del budget da poter poi destinare alla difesa.

Acquisto complicato e poco sicuro

Choupo-Moting non è un bomber. Nasce esterno offensivo, poi si è fatto un nome come un centravanti grazie alla sua struttura fisica e alla sua potenza. Sa occuparsi del lavoro da riferimento centrale e liberare gli spazi agli inserimenti dei centrocampisti. Quindi sembra buono per il 3-5-2 di Inzaghi. Come finalizzatore, in ogni caso, lascia un pochino a desiderare. Raramente in carriera ha superato i 10 goal. Solo nell’ultima stagione ha fatto meglio (17 goal e 4 assist).

Choupo-Moting, idea per l'attacco
Choupo-Moting (LaPresse) – interlive.it

L’altro grande problema è l’ingaggio. Choupo-Moting, al Bayern, dopo l’ultimo rinnovo annuale, prende 6 milioni a stagione, e vuole essere trattato da top-player. Difficile immaginare che si possa accontentare di 5 milioni o giù di lì. Sì, l’Inter, prendendolo, potrebbe sfruttare il decreto crescita. Ma il diktat di Zhang è stato quello di abbassare il monte ingaggi e il camerunense non sembra dunque in linea con i piani…

C’è poi da dire che dovrebbe partecipare alla Coppa d’Africa 2024 in programma dall’11 gennaio al 13 febbraio. Quindi sarebbe un uomo in meno in un periodo caldo. Conviene? Se non si trova di meglio, la risposta è sì. La speranza è dunque che l’arrivo di Kane al Bayern Monaco possa convincere Thomas Tuchel a fare a meno di Choupo.

Impostazioni privacy