Frattesi non sfonda: poco spazio e altra chance a Lisbona

Inadatto all’Inter o gestito male: Davide Frattesi ha avuto finora poco spazio per mettersi in mostra in nerazzurro

Fabbian ha fatto un altro goal con il Bologna, e in tanti si chiedono quanto sia stato giusto cederlo per puntare su Davide Frattesi. A oggi, il giovane canterano nerazzurro, in 6 presenza in rossoblù, ha segnato più reti di Frattesi, Klaassen, Sensi e Barella messi assieme. Esatto: sono già due le reti per l’ex Reggina, giocando praticamente nulla. Anche Frattesi ha giocato poco. Finora Inzaghi lo ha trattato come una riserva.

Frattesi inadatto o gestito male?
Davide Frattesi (LaPresse) – interlive.it

Forse non era un centrocampista adatto al modulo interista? L’ex Sassuolo è un assaltare d’area e non un palleggiatore. ma erano cose già note. Probabilmente il club aveva messo in conto che al ragazzo servisse tempo. Il suo primo anno all’Inter può essere già stato impostato come una stagione di transizione.

Per adattarsi al gioco di Inzaghi, Frattesi deve migliorare certe caratteristiche. Deve lavorare e imitare i più “grandi”. Nello specifico Mkhitaryan e Barella. La fiducia nelle sue potenzialità sembra ancora alta, anche se il mister non è il referente più adatto per dare spazio ai giovani che hanno bisogno di crescere.

Frattesi non è affatto scarso o inadeguato a giocare in una big. Crescendo e assecondando ciò che Inzaghi chiede a una mezzala, l’ex Sassuolo sa di poter diventare un centrocampista più completo.

Mistero Frattesi: perché non riesce a ritagliarsi spazio

Non bisogna però dimenticare che l’Inter lo ha pagato quasi 40 milioni. E un prezzo del genere, di norma, si spende per un titolare. La sensazione è che l’Inter lo aspetterà fino a giugno, nella speranza che possa però imparare molto prima a far quello che devono fare le nostre mezzali di Inzaghi, per poter essere qualcosa in più di un semplice tappabuchi.

Frattesi non sfonda
Lautaro e Frattesi (LaPresse) – interlive.it

Ciò considerato, non è giusto giudicare Frattesi come un acquisto sbagliato, se non nel prezzo (oggettivamente troppo alto). In Nazionale e al Sassuolo, il ragazzo ha dimostrato di avere numeri e personalità.

È stato preso (a un prezzo esagerato) per un motivo ben preciso: ha un anno davanti per imparare e per poter essere un titolare nella prossima stagione. Perché finora non sembra che sia stato preso per far rifiatare l’armeno o Barella. Per quello poteva andare benissimo chiunque fosse arrivato al posto di Gagliardini.

Il ragazzo deve crescere in determinate caratteristiche, e al contempo Inzaghi dovrebbe almeno provare a cambiare un paio di schemi tattici quando il ragazzo scende in campo, in modo da esaltarne le qualità: l’inserimento e il pressing alto.

C’è poi da dire che rendimento di Mkhitaryan è già da qualche settimana in evidente fase calante. E se anche questa difficoltà dell’armeno non ha dato spazio a Frattesi, ciò vuol dire che Inzaghi non lo ritiene pronto. Di base non può diventare automaticamente titolare solo per quanto è stato pagato. Ciononostante è inconfutabile che farlo giocare solo una o due volte come titolare sia una scelta criticabile.

Una chance dal 1′ contro il Benfica

Col Salisburgo, l’ex Sassuolo, da titolare aveva fatto bene. In campionato, invece, non ha giocato benissimo quando è stato inserito dal 1′. Dopodiché ha collezionato solo spezzoni, a risultato raggiunto con la squadra che gestiva. In tali circostanze è anche difficile valutarlo.

Frattesi dal 1' contro il Benfica
Frattesi (LaPresse) – interlive.it

Si obietta, quasi con pregiudizio, che un titolare della Nazionale non dovrebbe essere riserva all’Inter. Va però notato che Frattesi trova spazio in azzurro soprattutto perché in Nazionale ha meno concorrenza. E giocando di più ha maggiori possibilità di mostrare i suoi pregi. Ma anche gli stessi difetti…

Intanto il ragazzo avrà quasi di sicuro occasione per mettersi in mostra in Champions League contro il Benfica. Inzaghi sa che la sfida ha significato nullo o quasi nullo anche per la testa del girone. Per questo potrebbe buttare dentro un po’ di seconde linee, tanto che anche Audero spera nella prima convocazione da titolare, quasi si trattasse di un turno di Coppa Italia contro una squadra di B.

In difesa, molto probabilmente, giocheranno Bisseck, de Vrij e Acerbi. Sulla destra Darmian dovrebbe permettere a Dumfries di riposare. Frattesi sostituirà Barella. Poi potrebbe avere la sua occasione dal 1′ anche Asllani, al posto di Chalanoglu. In attacco spazio ad Arnautovic, probabilmente al posto di Thuram. Sulla fascia sinistra quasi scontata la presenza di Carlos Augusto.

.

Impostazioni privacy