Tris di assenze contro l’Inter: Benfica ai ripari in Champions

La formazione di Roger Schmidt dovrà fare a meno di tre pedine importanti nella speranza di poter agguantare quantomeno la qualificazione in Europa League, ma sarà un’impresa contro l’Inter di Inzaghi 

Chiuso sull’1-1 il primo Derby d’Italia stagionale contro la Juventus a seguito di una partita viva e ben affrontata, l’Inter punta alla quinta sfida della fase a gironi di Champions League contro il Benfica pur sapendo di non aver più preoccupazioni sulla qualificazione agli ottavi già blindata nel match precedente contro il Salisburgo.

Benfica privo di tre calciatori di spessore, difficile l'impresa con l'Inter
Roger Schmidt, tecnico del Benfica (LaPresse) – interlive.it

Eppure Simone Inzaghi ha comunque voglia di vincere una partita che potrebbe portare la propria squadra in testa al gruppo e sperare in un sorteggio futuro da prima della classe con la Real Sociedad alle spalle, in caso di passo falso della formazione spagnola.

Per il Benfica di Roger Schmidt non sarà dunque una partita facile. Sebbene l’Inter potrebbe dover usufruire del solito turnover in vista della prossima grande sfida di campionato con il Napoli, i nerazzurri appaiono sulla carta e secondo pronostico ancora i favoriti. Tanto più considerato lo stato di forma e la condizione fisica degli uomini del tecnico tedesco nell’ultimo periodo. I lusitani appaiono infatti sfibrati e con qualche pesante assenza in organico che potrebbe ulteriormente compromettere la partita di domani. Al cospetto di Schmidt mancano infatti Bernat, Bah e David Neres con la gravante di non poter far contare a pieno del centrocampista turco Kokçu.

Turnover Inter contro il Benfica, i lusitani sperano nel miracolo sportivo

Va infine sottolineato come il Benfica speri ancora nella clamorosa qualificazione all’ultimo respiro in Europa League, ma non sarà affatto impresa da tutti i giorni.

Benfica privo di tre calciatori di spessore, difficile l'impresa con l'Inter
Nicolò Barella, centrocampista dell’Inter (LaPresse) – interlive.it

La posizione in classifica parla chiaro: finora sono stati maturati zero punti e ne servono almeno sei per impensierire l’attuale terza della classe Salisburgo, ferma a tre. Oltretutto, il Benfica non deve soltanto agguantare la vittoria contro i nerazzurri ma sperare che la Real Sociedad perda fra le mura di casa proprio contro gli austriaci. Per giocare poi il tutto per tutto nella sfida conclusiva della fase a gironi il prossimo 12 dicembre.

Impostazioni privacy