Napoli ‘vittima’ del famelico Lautaro: il dato slancia l’Inter

Inter mai doma contro il Napoli quando segna Lautaro, ecco in che modo la sentenza del centravanti argentino potrebbe influire ancora sullo scontro diretto di campionato 

L’avvio incontrastato di Lautaro Martinez in questa prima metà di stagione è stato sensazionale, da vero goleador. Tredici centri in altrettante partite hanno permesso al centravanti argentino simbolo di questa Inter a blindare il proprio primato nella speciale classifica dei migliori marcatori di Serie A, surclassando di parecchio colui che invece lo scorso anno aveva dominato senza rivali alcuni: Victor Osimhen.

Lautaro inarrestabile contro il Napoli
Lautaro Martinez, centravanti e capitano dell’Inter (LaPresse) – interlive.it

Ora i due bomber di razza si affronteranno domenica nello speciale incontro di campionato, atteso senza esclusione di colpi. Da un lato il nigeriano dovrà recuperare il migliore stato di forma possibile per rilanciare la formazione partenopea, rinvigorita dalla presenza del traghettatore Walter Mazzarri in panchina; dall’altro il ‘Toro’ punta a migliorare ulteriormente il proprio score e a regalare contro la sua vittima preferita altri tre punti preziosissimi all’Inter in chiave Scudetto. Specie dopo la vittoria in extremis della Juventus sul Monza.

Lautaro minaccia del Napoli, la difesa azzurra è fragile

Ma per quale motivo vittima preferita? Dati alla mano, Lautaro Martinez trova particolare gusto nel far gol al Napoli. Negli ultimi dodici scontri coi partenopei quest’ultimo ha vinto sei volte, realizzando persino quattro gol pesantissimi.

Lautaro inarrestabile contro il Napoli
Lautaro spesso a segno contro il Napoli, con lui l’Inter ha sempre vinto (LaPresse) – interlive.it

E quel che più incuriosisce è un dettaglio soltanto: quando segna, l’Inter non perde mai. Accadeva già nel 2018/2019 nel successo della sfida d’andata per 1-0 a San Siro. Ma anche nel 2019/2020 sia nella gara d’andata che al ritorno di campionato. Non ultimo nel 2021/2022, in un sensazionale 3-2 tra le mura amiche. Insomma, per il Napoli non c’è dubbio: Lautaro è una minaccia spietata a cui prestare molta attenzione.

E quel che più spingerà il calciatore argentino a dare il meglio di sé è la condizione precaria della difesa azzurra, mai tanto perforata negli ultimi anni se non soltanto nella stagione 2019/2020. Quando avevano subito sedici reti nelle prime tredici giornate di campionato, tre in più dello score negativo attualmente in corso.

Impostazioni privacy