Napoli-Inter continua: parole grosse nel tunnel, rischio squalifiche

Il Napoli sente di aver subito una sconfitta immeritata al Maradona contro l’Inter: nel tunnel, nel post-partita, sarebbe scattato il putiferio

C’era da aspettarselo, e infatti varie fonti riportano un duro sfogo da parte di Aurelio De Laurentiis dopo Napoli-Inter, finita 0-3. Una partita che gli azzurri descrivono come condizionata da gravi errori arbitrali: un fallo di Lautaro nell’azione che ha portato al primo goal dei nerazzurri e poi un rigore non concesso a Osimhen sul risultato parziale di 0-1. Gli animi si sarebbero surriscaldati appena dopo il fischio finale, con polemiche nel tunnel da parte dei dirigenti del Napoli.

Napoli-Inter, bufera De Laurentiis
Napoli-Inter (LaPresse) – interlive.it

Il Napoli denuncia il mancato intervento del VAR sul fallo di Lautaro Martinez su Lobotka nell’azione della prima rete nerazzurra e poi l’atteggiamento dell’arbitro Massa sull’azione del rigore non concesso per fallo di Acerbi su Osimhen nella ripresa.

De Laurentiis ha ordinato il silenzio stampa. E infatti Mazzarri non si è presentato davanti alle telecamere alla fine del match e non ha preso parte alla conferenza stampa. Il silenzio non è stato assoluto, dato che Di Lorenzo, capitano della squadra azzurra, ha comunque rilasciato qualche dichiarazione a DAZN e poi il ds Mauro Meluso è stato intervistato da più giornalisti.

Meluso ha usato parole molto forti. Ha parlato di mortificazione e una brutta giornata per l’arbitro Massa. Secondo il dirigente del Napoli, la squadra è stata penalizzata nel suo momento migliore. E il goal dell’Inter, nato da un’azione irregolare, ha innervosito gli azzurri, che mentalmente provati hanno avuto difficoltà a gestire nel migliore dei modi il secondo tempo.

De Laurentiis furioso: parole grosse nel tunnel dopo Napoli-Inter

Secondo il quotidiano Il Mattino, il presidente Aurelio De Laurentiis sarebbe sceso negli spogliatoi a chiedere il silenzio stampa per giocatori e Mazzarri, per poi assegnare al ds Meluso il compito di spiegare il malcontento del club partenopeo. C’è anche chi parla di scontri verbali nel tunnel fra terna arbitrale e dirigenza del Napoli.

De Laurentiis furioso dopo Napoli-Inter
Aurelio De Laurentiis (Ansa) – interlive.it

Secondo alcune voci, Massa sarebbe stato circondato nel tunnel. E ora potrebbero arrivare delle squalifiche in risposta a comportamenti poco opportuni. Intanto, De Laurentiis si sarebbe già mosso per chiedere chiarimenti alla Federcalcio e ai vertici dell’AIA. Il presidente del Napoli avrebbe denunciato un torto subito a causa di una direzione arbitrale “disastrosa”.

Ma che cosa è successo nel tunnel del Maradona? Pare che sarebbero volate parole grosse, in mezzo a proteste sopra le righe da parte dei giocatori e dei dirigenti del Napoli. Ed è per questo che non è del tutto escluso che nei prossimi giorni potrebbero arrivare delle squalifiche.

Presto arriveranno le relazioni degli ispettori federali e poi sarà possibile leggere il referto dell’arbitro. In pratica, ora a Napoli hanno paura che la squadra rischia la beffa dopo il danno del goal non annullato e del rigore non dato.

La versione di Meluso

Non facciamo complottismo, non facciamo dietrologia“, ha spiegato Meluso. “Ma abbiamo perso per colpa dell’arbitro. Ci spiace per i tifosi”. Nelle dichiarazioni post-gara, il direttore sportivo dei partenopei non è stato in verità troppo veemente né particolarmente aggressivo. Eppure le sue parole sono state chiare e caratterizzate da evidente delusione.

Meluso contro l'arbitro Massa
Mauro Meluso, ds del Napoli (Ansa) – interlive.it

“Abbiamo preferito che Mazzarri sia in panchina, e per evitare dichiarazioni che potessero causare qualche problema”, ha spiegato il ds, lasciando intendere che le parole del coach del Napoli avrebbero potuto portare a una sua squalifica. Parlando degli episodi incriminati, Meluso ha voluto sottolineare che il Napoli non ha meritato di perdere con tre goal di scarto.

“Per noi, l’arbitro Massa e il Var sono incappati in una giornataccia. Può capitare a tutti. Non è stata una giornata fortunata, il primo goal ci ha dato una mazzata ed è stato causato da un fallo netto. Il secondo episodio è il rigore su Osimhen: io ho fatto il calciatore, ma quando ti prendono il tendine d’Achille vai giù. Perdi coordinazione e appoggio, lo ha confermato anche Osimhen che andava sanzionato“.

Intanto in tv, i moviolisti si dividono. Cesari, a Pressing, afferma che il contatto Acerbi-Osimhen è da rigore, senza dubbi. Per Marelli, ex arbitro intervenuto a DAZN, il rigore non c’è: il contatto è troppo lieve: “Il contatto è leggero, è sulla parte esterna della gamba: è troppo leggero per portare a un rigore e per una OFR. Massa non ha arbitrato male, gli episodi sono controversi e interpretativi“.

 

Impostazioni privacy