Motta trasforma Fabbian in attaccante: il possibile futuro all’Inter

L’Inter ha ceduto quest’estate Giovanni Fabbian al Bologna per 5 milioni più bonus, pensando però al futuro con una clausola di recompra

La clausola per riprendere il talento ventunenne è valida per due anni: con 12 milioni l’Inter può quindi riportare a Milano il centrocampista nato a Camposampiero, in provincia di Padova. Il ragazzino ha collezionato finora 11 presenze con i rossoblù. Ma ha anche segnato 2 reti in campionato, nonostante Thiago Motta non lo abbia quasi mai fatto partire dal primo minuto. Le cose potrebbero cambiare, e il canterano nerazzurro potrebbe presto cominciare a trovare un po’ più di spazio. Come?

Fabbian: recompra possibile
Giovanni Fabbian (LaPresse) – interlive.it

Il Bologna, battuto a sorpresa dal Cagliari nell’ultima sfida di Serie A, ha sofferto molto l’assenza di Zirkzee: per Thiago Motta, quando l’olandese è assente, diventa difficile avere un gioco pericoloso. I ricambi in attacco sono infatti pochi.

Ci sono Orsolini e Van Hooijdonk, ma entrambi non stanno offrendo grandi prestazioni. Così, prima della partita contro il Cagliari, pare che Motta abbia provato un paio di volte in allenamento Giovanni Fabbian nel ruolo di centravanti.

L’idea suona strana solo se analizzata superficialmente. Fabbian ha infatti il fisico, i movimenti, il timing e il coraggio del vero opportunista d’area di rigore… Alla fine, contro il Cagliari, il ragazzo è entrato nel secondo tempo della partita, e si è piazzato nella solita posizione, cioè a centrocampo.

Come al solito, però, si è reso pericoloso con uno dei suoi inserimenti. Stava quasi per segnare… L’idea della trasformazione in falso nueve non è comunque tramontata. Thiago Motta potrebbe continuare a lavorarci.

Il ritorno di Fabbian: se Motta lo trasforma in attaccante, per l’Inter diventa un obiettivo futuro

Di certo, in questo modo, Fabbian potrebbe proporsi come vero e proprio jolly e cominciare a collezionare più minuti. Anche l’Inter osserva con interesse questa situazione. Qualora il ragazzo dovesse rispondere bene al cambio di ruolo potrebbe anche tornare, indirettamente, a essere una risorsa per l’Inter.

Fabbian: ritorno all'Inter
Fabbian premiato come il miglior giocatore della Serie B dello scorso campionato (LaPresse) – interlive.it

La prossima stagione, verosimilmente, l’Inter cambierà almeno un attaccante: Sanchez è destinato a uscire. Anche Arnautovic non ha finora convinto. Potenzialmente potrebbe essere inserito fra i cedibili, anche se sarà però complicato trovargli un acquirente. Proprio per questo potrebbe essere utile un quinto attaccante. E chi meglio di un giovane canterano utile anche a centrocampo e con un futuro luminoso davanti a sé?

In pratica, l’Inter potrebbe farci anche un pensiero. Per riportarlo a Milano servirebbero 12 milioni. Questo il prezzo fissato per la recompra di Fabbian. Non uno sproposito. Dopotutto, Inzaghi ha fatto largamente intendere di cercare giocatori proprio con le caratteristiche dimostrate dal giovane centrocampista ora al Bologna.

La squalifica di Joshua Zirkzee poteva essere l’occasione giusta per vedere Fabbian in attacco. Ma alla fine Thiago Motta ha preferito affidarsi a Van Hooijdonk. Ciò non toglie che il ventunenne nato a Camposampiero e cresciuto calcisticamente nell’Inter potrebbe essere ancora utile all’allenatore del Bologna come centravanti o falso nueve.

Crescere per poter tornare presto a casa

L’importante è che il ragazzo abbia più occasioni per scendere in campo. Motta ha già fatto qualcosa di simile con Ferguson, piazzato in attacco un paio di volte in campionato e poi in coppa.

Fabbian: ritorno all'Inter
Fabbian e Lautaro (LaPresse) – interlive.it

Motta ha riconosciuto nel ragazzo arrivato dall’Inter la qualità del valore aggiunto. Ha entusiasmo e brio, Fabbian. Ed è anche un goleador: ha i tempi e l’astuzia per emergere anche come giocatore offensivo. Ma per ora il ragazzo ex Reggina non ha ancora trovato la sua dimensione definitiva. Davanti ha uno come Ferguson che per Thiago Motta è un intoccabile.

Se il giovane continuerà a spingere e a rendersi utile, e se saprà riciclarsi anche in alternativa per l’attacco, non soffrirà più tanto la concorrenza di Ferguson e potrà crescere ulteriormente.

Impostazioni privacy