Arrivata l’ufficialità: ora sì che è dell’Inter per 10 milioni

L’operazione può dirsi una volta per tutte conclusa: Inzaghi può definitivamente puntare su quest’altra pedina

Vince e convince l’Inter di Simone Inzaghi anche nella trasferta di Roma. I nerazzurri sono riusciti a ribaltare lo svantaggio iniziale grazie alle reti di Marcus Thuram e Alessandro Bastoni, entrambe nella ripresa.

Alessandro Bastoni (LaPresse) – interlive.it

A regalare il nuovo vantaggio alla formazione vicecampione d’Europa in carica è stato l’autogol di Angelino, giunto al minuto 56 del match e propiziato ancora una volta dal solito attaccante francese, proprio come accaduto una settimana fa con Gatti in Inter-Juventus. A chiudere i conti, invece, è stata la rete dell’ex difensore centrale dell’Atalanta, che ben servito da Arnautovic ha poi spedito in rete la palla del definitivo 2-4.

Nel settimo successo raccolto consecutivamente dall’Inter in questo 2024 c’è, quindi, anche lo zampino dell’austriaco, capace di realizzare il suo primo assist da subentrato in stagione. Un episodio, questo, che in fin dei conti ha regalato una grande gioia al diretto interessato per un motivo ben preciso.

Arnautovic è tutto dell’Inter: scattata l’opzione per l’obbligo di riscatto dell’austriaco

Marko Arnautovic è diventato un calciatore dell’Inter a titolo definitivo. Grazie al successo esterno fatto registrare dai nerazzurri nel pomeriggio di ieri contro la Roma è, infatti, scattata l’opzione per l’obbligo di riscatto dell’austriaco, previsto al primo punto effettivo raccolto dalla formazione di Simone Inzaghi a partire dal 5 febbraio in poi in campionato.

Marko Arnautovic e Simone Inzaghi (LaPresse) – interlive.it

Come da accordi, dunque, il club meneghino dovrà ora versare nelle casse del Bologna 8 milioni di euro di parte fissa più 2 di bonus. Ad ogni modo, il classe ’89 (con all’attivo 2 gol e 3 assist in stagione) resterà sotto esame da qui sino al termine di quest’annata calcistica, complice per l’appunto il deludente contributo offerto sinora alla causa interista. A poter spingere l’attaccante 34enne verso i saluti in estate è l’arrivo (ormai scontato) di Mehdi Taremi a Milano, centravanti che si unirà ai nerazzurri a giugno come free-agent.

Arnautovic diventa, quindi, il secondo calciatore riscattato dall’Inter a stagione in corso dopo Davide Frattesi, giocatore diventato anche lui a titolo definitivo dei nerazzurri dopo il primo punto ottenuto dal club meneghino in campionato a partire dal 2 febbraio in poi (opzione scattata in questo caso contro la Juventus). Lo stesso e identico tipo di procedura attuata nella passata annata con Kristjan Asllani, unitosi definitivamente alla squadra di Simone Inzaghi proprio in questo periodo.

Impostazioni privacy