Battaglia legale con Oaktree: Zhang, 800 milioni di euro

Dagli 800 milioni di euro spesi per la gestione dell’Inter in questi anni al triste epilogo della sua gestione, ora Zhang promette l’affronto in tribunale per definire il valore effettivo del club  

Il mandato di Steven Zhang in qualità di presidente dell‘Inter è giunto ad una innaturale quanto prevedibile conclusione, a seguito della forte situazione d’instabilità economico-finanziaria cui la società proprietaria Suning è andata incontro negli ultimi anni.

Zhang sfida Oaktree dopo la cessione dell'Inter
Steven Zhang, ex proprietario e presidente dell’Inter (LaPresse) – interlive.it

Ad aver aggravato il tutto è stato l’accordo con il fondo americano Oaktree, il quale aveva sì accettato di concedere un prestito oneroso per tamponare le perdite ma aveva chiesto in garanzia proprio le quote societarie del club. A conti fatti, la proprietà cinese non ha potuto rispettare gli accordi e il destino dell’Inter è tutto nelle mani del fondo che – senza ulteriori indugi – ha riscattato ciò che gli spettava.

Zhang lascia Milano con l’amaro in bocca, a distanza di pochissime settimane dalla buona novella sulla certezza matematica di conquista del ventesimo Scudetto del club al netto di un percorso positivo nell’arco degli ultimi anni della sua gestione ai vertici del calcio europeo. Andando a ritroso nel tempo, la ormai ex proprietà cinese non può certo esser dimenticata per il forte apporto dato nel rilancio del brand nerazzurro in giro per il mondo.

L’Inter è cresciuta notevolmente sia sul piano affettivo in relazione ai suoi tifosi ma anche prestazionale, grazie ad operazioni studiate sia sul mercato dei giocatori che su quello internazionale nella stipula di accordi importanti con sponsor universalmente riconosciuti.

Zhang attende il compenso di Oaktree, quante spese ancora da sostenere

Complessivamente si parla di una spesa sostenuta di circa 800 milioni di euro da parte della famiglia Zhang, davvero non pochi. In compenso, però, potrà dirsi fortunata nel recuperare parte di questa cifra precedentemente investita grazie all’indennizzo che verserà la nuova proprietà Oaktree al passaggio formale delle quote societarie.

Zhang sfida Oaktree dopo la cessione dell'Inter
Zhang confida nel ricavo della cessione dell’Inter a Oaktree (LaPresse) – interlive.it

Suning non vorrà comunque fermarsi e cercherà di recuperare il più possibile da questa incredibile cessione forzata, chiamando in causa un terzo operatore che stabilirà in via definitiva il valore del club. Il fondo americano sarà dunque chiamato – all’insegna di una vera e propria battaglia legale studiata al centesimo – a versare alla società cinese una somma specifica stabilita nella sede opportuna a cui verrà sottratto il debito da 380 milioni maturato nei propri confronti.

Restando in termini aritmetici, l’Inter di Oaktree erediterà sulle proprie spalle anche un bond da 415 milioni di euro – riporta ‘La Repubblica’ nella propria analisi – che grava sulla società dal 2022 dopo l’emissione di un ulteriore bond da 375 milioni del 2017 servito ad arrestare le mancanze delle precedenti gestioni Moratti e Thohir. Debiti su debiti, insomma, nella speranza che tutto possa esser finalmente pareggiato.

Impostazioni privacy