Dall’Inter alla Juve, accordo con Giuntoli: 3,5 milioni fino al 2028

Un contratto fino al 2028, senza rialzi nell’ingaggio: Giuntoli ha proposto al giocatore accostato all’Inter uno stipendio da 3,5 milioni

Non è una questione di soldi, ma di stimoli e motivazioni. Fatti di cuore o di orgoglio ferito, probabilmente. E Cristiano Giuntoli che ha sempre considerato il giocatore come un ottimo elemento sotto tutti i punti di vista è ora pronto all’affondo per portarlo alla Juventus. Secondo TuttoSport, il club bianconero con ha intenzione di sedurre l’obiettivo con un ingaggio più alto. Non ce ne sarebbe bisogno.

Giuntoli ha già un accordo con il laterale
Cristiano Giuntoli (LaPresse) – interlive.it

Giuntoli è pronto a trattare con De Laurentiis (cioè con Manna… un colloquio fra il dirigente della Juve e il proprietario del Napoli, a oggi, non sembra ancora uno scenario possibile). Dopo aver già parlato con Giovanni Di Lorenzo e il suo procuratore, si deve però discutere per forza con la società che ne detiene il cartellino.

Pare che Giuntoli abbia offerto al laterale destro (in queste settimane accostato anche all’Inter) la stessa cifra che percepisce a Napoli (cioè 3,5 milioni annui) per una durata contrattuale simile a quella che il giocatore aveva stabilito lo scorso anno con il rinnovo in azzurro (fino al 2028).

Di Lorenzo, secondo TuttoSport, potrebbe aver già detto di sì alla Juve. Deluso dal Napoli, ha comunicato a Manna della sua intenzione di lasciare il club quest’estate. La situazione poteva essere recuperata, ma trapelata la notizia del possibile addio, nell’ultima giornata di campionato il terzino è stato investito da una marea di fischi da parte dei tifosi che fino a qualche mese fa lo avevano osannato.

Aurelio De Laurentiis vuole 20 milioni, non un euro in meno. Antonio Conte, da parte sua, potrebbe chiedergli di rimanere, ma Mario Giuffredi, il procuratore di Di Lorenzo, ha lasciato intendere che è troppo tardi e che ci sono già altre squadre pronte ad accoglierlo. Si è parlato dell’Inter. Ma il club più interessato al profilo è la Juventus.

Offerta da 3,5 milioni fino al 2028: Giuntoli cerca l’accordo

I tifosi ce l’hanno soprattutto con Giuffredi, che solo un mese fa diceva di essere felice della situazione del suo assistito in azzurro (“Lasciare il Napoli dopo una stagione così sarebbe da vigliacchi, e noi non siamo abituati a lasciare nel peggiore de modi“, queste le sue parole). Poi però, a fine maggio, il procuratore ha cambiato versione spiegando che Di Lorenzo non si sentiva più apprezzato in società e che desiderava cambiare aria.

Di Lorenzo fra Conte e Giuntoli
Giovanni Di Lorenzo (Ansa) – interlive.it

Dopo che il procuratore ha comunicato la volontà di Di Lorenzo di lasciare la squadra di cui è capitano, la società azzurra ha voluto rispondere con un comunicato ufficiale, ribadendo che Di Lorenzo ha un contratto con il Napoli per altre quattro stagioni e che, per ora, il possibile trasferimento non è un’opzione. 

Ma se un capitano, eroe del terzo Scudetto della storia del club, si espone (indettamente) così tanto per lamentarsi della sua posizione nel club, difficilmente si potrà ricucire. A maggior ragione se è vera la voce secondo cui la Juventus avrebbe già trovato un accordo con Di Lorenzo. Anche se bisognerà passare da De Laurentiis, che preferirebbe mandarlo all’estero, per evitare di rinforzare una diretta concorrente e fare un favore al nemico Giuntoli.

Dumfries più vicino all’Aston Villa (aspettando l’Europeo)

All’Inter Di Lorenzo non interessa più di tanto. Costa caro, viene da una stagione negativa e non è il laterale per caratteristiche preferito da Inzaghi. L’allenatore dell’Inter, potendo scegliere, vorrebbe tenersi Dumfries. O trovare un suo clone. Ma il rinnovo con l’olandese sembra sempre più complicato.

Per Dumfries si aspetta l'Europeo
Denzel Dumfries (Ansa) – interlive.it

La questione non è chiusa, anche se il mercato si sta già muovendo. Mochi, direttore sportivo dell’Aston Villa avrebbe già parlato con la Wasserman Agency, l’agenzia che cura gli interessi dell’ex PSV. C’è però anche chi crede che la questione del rinnovo di Denzel Dumfries potrebbe slittare a dopo l’Europeo.

Qualora il ragazzo dovesse giocare bene e mettersi in mostra, Dumfries potrebbe richiedere con maggiore autorevolezza i soldi in più che vuole, al contempo l’Inter potrebbe piazzarlo a un prezzo più alto sul mercato. E non è così inverosimile che accada.

Dumfries è uno dei migliori asset in termini numerici nella Nazionale olandese. L’ex PSV non ha quasi mai deluso con la maglia arancione addosso. Spesso è stato determinante. Per lui le statistiche parlano di 6 assist durante le 10 partite di qualificazione. Fece benissimo anche all’ultimo Mondiale.

In caso di cessione di Dumfries, l’Inter sta seguendo vari nomi. Fra questi c’è Holm dell’Atalanta, e poi c’è Yukinari Sugawara, giapponese classe 2000 dell’Az Alkmaar. Per Holm bisognerà aspettare qualche altra settimana. Solo il 15 giugno si saprà se l’Atalanta riscatterà il ragazzo dallo Spezia al prezzo pattuito (8,5 milioni). All’Inter converrebbe molto di più discutere con lo Spezia, che è una società amica e che potrebbe essere interessata a qualche giovane nerazzurro come contropartita.

 

Impostazioni privacy