Inter > Inter News > Mercato Inter, Moratti prepara tre colpi: uno per ogni reparto

Mercato Inter, Moratti prepara tre colpi: uno per ogni reparto

Massimo Moratti e sua moglie Milly (Getty Images)

CALCIOMERCATO INTER MORATTI TRE COLPI / MILANO – Perso o quasi il treno scudetto, l’Inter vuole presentarsi pronta ai nastri di partenza nel 2013 per restare sul podio della classifica di Serie A e poter ambire a giocare la prossima Champions League. A tal proposito, secondo il ‘Corriere dello Sport’, il presidente Massimo Moratti è intenzionato a mettere a segno tre colpi nel mercato di gennaio – uno per ogni reparto – ma senza spendere praticamente un euro.

DIFESA – In attesa di capire se Matias Silvestre accetterà di andare a giocare in prestito il resto della stagione (lo vogliono sia Napoli che Genoa, ndr), l’Inter sta mettendo a punto un altro scambio che prevede il ritorno di Marco Andreolli, cresciuto nelle giovanili nerazzurre ed in scadenza di contratto a giugno, e la partenza del giovane Matteo Bianchetti con destinazione Chievo. Altra pista sempre viva è quella che porta a Rolando, ma l’affare può concretizzarsi solo se il Porto accetta di cederlo in prestito.

CENTROCAMPO – Tutto ruota intorno a Wesley Sneijder. Senza i soldi della cessione dell’olandese è difficile poter prendere qualcuno. E quel qualcuno ovviamente porta il nome di Paulinho, mediano brasiliano da tempo nel mirino dell’Inter, ma sul quale sta diventando forte la concorrenza del Manchester City pronto a mettere sul piatto 14 milioni di euro per convincere il Corinthians. Anche l’alternativa italiana, Francesco Lodi, non è semplice viste le alte richieste del Catania, mentre per Fernandinho ogni discorso è stato rimandato a giugno.

ATTACCO – Si cerca sempre il vice Milito ed i nomi, da Borriello a Bobadilla passando per Rocchi e Floccari, certamente non mancano. Si guarda con insistenza anche in casa Cagliari, dove giocano sia Pinilla che Ibarbo: quasi impossibile che Cellino lasci partire il primo, i nerazzurri possono lavorare sul secondo con la formula del prestito con diritto di riscatto. Ma attenzione anche a Sergio Pellissier, diventato non più indispensabile dopo l’esplosione di Paloschi al Chievo. I buoni rapporti con i veronesi potrebbero portare ad un altro scambio con uno tra i giovani Livaja e Longo (di ritorno dall’Espanyol) in gialloblu.

Maurizio Russo