Inter > Inter News > Mercato Inter, serve un ultimo sforzo per dare l’assalto al sogno proibito

Mercato Inter, serve un ultimo sforzo per dare l’assalto al sogno proibito

Paulinho (Getty Images)

CALCIOMERCATO INTER SNEIJDER ALVAREZ COUTINHO PAULINHO / MILANO – Ci voleva proprio il suo intervento per sbloccare una trattativa che, negli ultimi giorni, sembrava essere più ingarbugliata di quanto si potesse immaginare. Così Massimo Moratti incontra (ieri, ndr) Sneijder a pranzo ed in poche ore è tutto definito: l’olandese che ringrazia il presidente ed abbraccia il Galatasaray. In Turchia attendono l’olandese, mentre, attraverso i social network, i supporter nerazzurri salutano l’ex beniamino, aspettandosi adesso qualche rinforzo per la loro squadra. Stramaccioni è stato chiaro “Partito Wes, se vogliamo mantenere la nostra dimensione bisogna prendere un giocatore in grado di sostituirlo”, giusto a ricordare che per essere competitivi bisogna investire in un giocatore di spessore. Paulinho lo è, nonostante non può essere considerato un regista, ma per il brasiliano, Stramaccioni farebbe carte false, ed è proprio in questa direzione che si lavora.

ALVAREZ, COUTINHO, PAULINHO – Paulinho è dunque il sogno nel cassetto, e chissà che Moratti non voglia stupire tutti regalando il mediano del Brasile ai tifosi. La trattativa è tutt’altro che semplice, anzi, ad oggi, sembra essere abbastanza tortuosa. La cessione di Sneijder n0n basta e se si vuole puntare il giocatore del Timao, bisogna dar vita ad un altro sacrificio. Alvarez e Coutinho sono gli indiziati, soprattutto grazie al mercato che si starebbe muovendo attorno ai due giocatori. Sul trequartista brasiliano l’Inter ha qualche perplessità, non vorrebbe privarsene, ma dopo i rifiuti al Southampton (12 mln di euro) e al Liverpool (5 mln prima e 8 mln dopo) non è detto che un’ennesima proposta al rialza non possa far vacillare i nerazzurri. Più Alvarez di Coutinho dunque, anche se ad oggi, le formazioni che si sono interessate all’argentino lo hanno fatto per un prestito: Porto, River Plate, Velez Sarsfield, Wolfsburd ed Atletico Madrid hanno preso informazioni, ricevendo un secco no dalla dirigenza nerazzurra. In corso Vittorio Emanuele sono disposti a privarsi dell’argentino solo a titolo definitivo per una cifra non inferiore agli 8 mln di euro. Nelle ultime ore, come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’, sarebbe la formazione allenata da Diego Simeone a valutare l’ipotesi di acquistare il giocatore dall’Inter, anche se non è da escludere che alla fine Alvarez rimanga. Insomma la pista Paulihno resta ancora percorribile, a patto che le casse nerazzurre tornino a respirare ancor di più con un’altra cessione.

Luigi Perruccio